La tana del Bianconiglio

La mia foto
Palermo e Spinea , Sicilia e Venezie , Italy
Realizzo illustrazioni con matite acquerellabili e/o acquerelli.I protagonisti principali dei miei lavori sono creature grottesche, mostruose, deformi, freaks. Rappresento lo zero,ossia il caos dal quale tutto ha inizio e nel quale tutto ritorna. Sono in grado di assumere qualsiasi identità,e al tempo stesso non ne ho nessuna: sono il principio e la fine. Io sono quanto esiste prima e dopo il concepimento,sono il movimento che si protrae all'infinito. Sono il simbolo dell'anticonformismo,rappresento le situazioni imprevedibili.Posso portare occasione negative o positive:posso essere l'ispirazione geniale o il colpo di testa che fa precipitare nel baratro. Posso trovarmi nella parte iniziale dove tutto è possibile nel bene o nel male. Posso trovarmi alla fine di un percorso e tutto ciò che mi precede può mutare.

I MIEI SOGNI

                                                       
                                                       
Sogno 11 Aprile anno 2006
 Vado in vacanza a "Salute".
"Salute" è uno dei posti che si trova fuori il sistema solare.
Questo diceva un bambino, un orfano biondo vestito con ali di farfalla celeste.

Sogno 10 Aprile anno 2006
Mi trovo in una scuola. Sono in compagnia di altri studenti. Questi personaggi, sei in tutto(compresa me) sono molto grotteschi. Dei veri e propri freaks. Uno di questi, il più grande d'eta è obeso. Un uomo con la testa piccola rispetto al corpo enorme. Il secondo uomo è alto e possente, ricurvo su se stesso. Ha un espressione ebete. Il terzo uomo è nero con i capelli rasta. Indossa una camicetta lucida celeste e pantaloni blu elettico a zampa d'elefante. Poi ci sono tre donne(tra queste io). Una ballerina senza testa vestista con un tutù bianco, una ragazza piccola e magra coi capelli lisci castani ed infine io.
Parliamo e gli uomini propongono di appartarci in una delle stanze della scuola per fare sesso tra noi.
Troviamo la stanza. E' grande e ci sono diversi letti matrimoniali. L'uomo grande e stupido giace sessualmente con l'uomo nero. Le due ragazze si spogliano e imbarazzate si mettono sotto le lenzuola bianche. Mi invitano a venire a letto. Io chiedo loro se devo spogliarmi e loro annuiscono. Mi lamento un po perché indosso una gonna e sotto i collant e sarebbe difficile poi rimettere tutto in gran fretta. Le ragazze mi dicono di non svestirmi del tutto. Mi sento a disagio. Non voglio più far parte di questo bizzarro gioco. L'obeso, seduto su una piccola sedia in legno marrone guarda.
La porta di apre ed entra una delle insegnanti. E' sconvolta da quello che vede, e corre via.
Siamo certi che ci sospenderà e ci rivestiamo. L 'uomo "stupido" le corre dietro. 
Poi l 'insegnate torna e si congratula con noi e dice che possiano continuare. 
L'uomo stupido e grande le ha raccontato che stavamo facendo delle prove di recitazione miste a performance artistiche e fotografie. 
L'uomo stupido chiude la porta, guarda verso noi donne, eccitato e compiaciuto e dice:"adesso tocca a voi". 

Sogno 7 Aprile anno 2016 
Io e Paola(una mia cara amica) siamo insieme e vediamo mio padre. Nel sogno so che lui non c'è piu...che è volato in cielo e come sempre mi commuovo ma sono anche sorpresa. E' la prima volta che incontro mio padre nei sogni mentre sto con qualcun altro e quel qualcun' altro lo vede. Lei lo vede e lui le dice qualcosa...come un sussurro(che io non sento). Chiedo a mio padre:" come stai?" E lui sorride. Poi si volta e va via. Ho la sensazione che le abbia detto(ma non ne sono certa)qualcosa su di me. Chissà! Lo vedo andare via e lo chiamo ma lui si volta sorride e poi sparisce all'orizzonte. 
Ricordo che regalo a Paola un piccolo anello a forma di vole e lei è tanto contenta. Che sogno!

Sogno 2 Aprile anno 2016 
In sogno stanotte io e un vecchio collega camminavamo di notte per i corridoi e le aule dell'Accademia di belle arti di Palermo e in terra vedevamo piccoli animali morti. Uccellini, rane, piccoli pappagalli. Le rane avevao le piccole zampe incrociate ed erano stese a pancia in su. Volevo seppellire i piccoli uccelli ma il collega diceva che dovevo lasciarli li perché lui voleva prendere alcune parti del corpo. Gli servivano per un rito, credo...

Sogno 24 Marzo anno 2016
Del sogno di stanotte ricordo alcuni frammenti/elementi.
Avevo impagliato un tasso. Lo vedevo disteso(come se dormisse)e notavo che sul fianco c'era un foro, così mi apprestavo a cucirlo.
In un altro sogno sono in un paese del medio-oriente(probabilmente). Le persone sono molto diffidenti. Un uomo chiede di essere accompagnato in stazione ma una donna vestita di turchese gli risponde di no e spiega che non sa se è una persona onesta oppure no. Camminando vedo alcuni uomini e donne armati accovacciati dentro una cesta. Dicono che restano li dentro perché qualcosa di molto brutto sta per accadere: la venuta dei demoni in terra. Quella cesta è l'unico modo per nascondersi. 


Sogno 30 Gennaio anno 2016(primo pomeriggio)
Sogno di dormire e svegliarmi. Accendo la luce ma la lampadina non funziona bene. Il piumone del letto di mia mamma è cascato a terra. Cerco di sistemarlo, entra mia mamma e mi rimprovera un po per il suo letto. Sento la voce di Giovanni che viene dal soggiorno e dico a mia mamma:"c'é Giovanni di la? Potevi svegliarmi così posso passare piu tempo con lui prima di partire". Giovanni mi chiama:"saby"ed io dico:"sono qui amore". Dalla porta entra mio papà con Giody in braccio. E' piccolo. Mio padre  gli da tanti baci. Solo in quel momento capisco che é un sogno perché mio papà non poteva essere li. Mio papà si avvicina a mia mamma e le da il bambino. Lei sembrava non vederlo e lui la accarezza. Io piango e dico:"papà..."lui apre le sue braccia e dice:"saby...vieni qui".Io piango e lo tengo stretto a me e lo accarezzo per godere di quel momento più che posso. Gli dico che mi manca e lo stringo forte e lo stesso fa lui. Poi, non so se é la stanza che gira o noi due, ma giriamo.
Mi sveglio. Piango e dico:"Grazie papà".


Sogno 30 Gennaio anno 2016
A causa dell'aria inquinata a Spinea alcuni funghi subiscono una mutazione e le loro spore diventano dannose per l'uomo. Il soggetto infatti diventa aggressivo, confuso e la sua pelle si ricopre di bolle e pus. Io ed altre poche persone riusciamo a sfuggire a questa epidemia e restiamo nascosti in un magazzino. Uno degli infetti riesce ad entrare e cerca di aggredirci. Due uomini del gruppo lo fermano e durante la lotta vengo infettata. Sul mio braccio si formano delle bolle. Una donna le fa esplodere ed esce un liquido bianco. “Presto“dice la donna“dobbiamo andar fuori a cercare del sapone per poterla salvare“. Ci prepariamo per uscire.
Sogno 4 Gennaio anno 2016
Nel sogno mi trovo in una casa a me sconosciuta. Entro in un cortile e vedo un albero dalle foglie verde brillante e fiori bianchi, sembrano tulipani che cascano verso il basso. E' bellissimo e rimango incantata da questa visione. Un pino, che si trova accanto all'albero che sto guardando, muove uno dei suoi rami per colpirlo forte. Capisco che si preannuncia qualcosa di catastrofico. Sento rumori e urla che arrivano dalla strada e corro per vedere cosa sta accadendo. Da una delle finestre della casa in cui mi trovo(un piano terra)vedo dei lupi, tantissimi lupi che corrono veloci e spaventati...stanno fuggendo da qualcuno o da qualcosa. Ululano e sbattono dappertutto. Dietro di loro vedo un cacciatore, un uomo anziano e penso che forse stanno fuggendo da lui ma in fretta mi accorgo che anche il vecchio sta correndo impaurito. Le strade sono allagate e vedo degli uomini e un cane da soccorso che cercano di aiutare chi ne ha bisogno. Alcuni lupi adesso vengono scaraventati dall'alto e sbattono contro le mura della casa in cui mi trovo e si feriscono mentre precipitano sull'asfalto. Anche se ancora non vedo nulla so che qualcosa, una creatura grande e forte sta arrivando per distruggere ogni cosa.

Sogno 3 Gennaio anno 2016
Nel sogno corteggiavo quell'uomo di cui segretamente ero innamorata. Lui capiva e quando restavamo soli nella stanza mi rubava dei baci, veloci e appassionati. Arrossivo e poi con le gambe tremanti mi sedevo su un divano. Lui si avvicinava, io gli facevo cenno di sedersi vicino a me, ma lui si mette lontano e mi guarda. Il suo sguardo dispiaciuto mi dice che non è pronto a ricambiare il mio amore.

Sogno 20 Dicembre anno 2015
Nel sogno un gigante dalla pelle verde e i capelli neri(vedi foto a fianco) che vive sotto terra di tanto in tanto torna su per cibarsi. Il suo nutrimento sono gli uomini. Proprio come Goya che nelle sue "pittute nere" dipinse "Saturno divora i suoi figli" io vedo il gigante fare allo stesso modo. Divora senza alcuna pietà uomini e donne. Tre uomini del villaggio(di cui due maschi e una femmina)che hanno poteri magici decidono di imprigionare il gigante. Lo mettono dentro una buca profonda e bloccano le sue braccia e le sue gambe attraverso una specie di cordone ombelicare che nasce e cresce dalle loro bocche. Questa "carne" (anch'essa verde e rugosa) è parte integrante del loro corpo. Il gigante che si agita e urla per la sua prigione è molto forte e proprio mentre sta per liberarsi la donna(la maga)prende un oggetto circolare(come un orogolio da taschino)e lo punta verso il gigante. L'oggetto fa uscire delle piccole ma resistenti radici che si avvolgono intorno all'oggetto e sprigionano una qualche energia così potente da far perdere le forze al gigante.
Al mio risveglio le immagini che mi sono venute in mente sono state "Saturno divora i suoi figli" di Francisco Goya e la scena finale del film" Society" di Brian Yuzna.



 Sogno 25 Ottobre anno 2015
Mi trovo da qualche parte(chissà dove), in mezzo a gente che non conosco. Nel sogno desidero entrare a far parte di un gruppo di poche persone selezionate per un corso che parla di Balene. Purtroppo il numero limite è stato raggiunto ed io non ne faccio parte. Mi intrufolo dentro una grande stanza dove si tiene il corso e mi siedo davanti uno dei tavoli. Su ognuno di questi banchi c'è una piccola scatola nera di palstica. L'insegnante del corso si siede vicina a me e mi guarda con un espressione irritata proprio perché sa che non dovrei essere li. Prendo la scatola e premo un piccolo pulsante rosso. Avvicino la scatola all'orecchio e sento il canto di una Balena. L'emozione è così grande che una lacrima scivola sul mio viso. Mi commuove. La sensazione che provo è fortissima. L'insegnate vedendo quella scena sorride e capisco che mi ritiene meritevole di essere tra quelle poche persone che fanno parte del gruppo. 

Sogno 29 Luglio anno 2015
Mi trovo per strada, sono al mercato dove vendono un po di tutto. Su una bancarella vedo una creatura molto grande e agghindata con delle collane di pietra e di legno che sembrano conchiglie. I colori della creatura e degli accessori sono ocra e terra. Mi avvicino e inizio ad accarezzare la sua chioma color rame. Somiglia molto a un Drago della Fortuna. 

Mi risulta difficile caro lettore scrivere cosa ho provato nella seconda parte del sogno perché le sensazioni che ho sentito sono assai difficili da spiegare. 

"Ho l'impressione che il nostro sia un legame antico"penso subito al mio risveglio. 

Nel sogno io e la creatura, una creatura senza nome o forse dal nome così antico che potrei impazzire o non capirlo se mi venisse pronunciato, ci baciamo. Lui,(o Lei?)è steso su una tavola di legno. Io mi avvicino e lo bacio sulle grandi guance. Lo stesso fa Lui(Lei?)e ogni bacio che mi da la mia pelle viene tirata(come se avesse una ventosa sulle labbra). Ad ogni bacio lento e quasi infinito siamo eccitati anzi estasiati, non per il bacio ma per i nostri capelli che strusciano l'uno sul collo e sul viso dell'altro. Si sentono dei sussurri di piacere, ci si perde e mi pare che lo spazio e il tempo si dilatano. 
Fine

Mentre scrivo questo sogno mi torna in mente un vecchio sogno fatto il 19 Novembre anno 2014(vedi in basso)e il personaggio che ho visto nel sogno di oggi pare lo stesso anche se più grande e leggermente diverso.
Ecco una parte del sogno:"...rivolgono delle domande ad una entità superiore chiamata Inea. E' una creatura difficile da descrivere. Ha il corpo allungato, cilindrico coperto di peli marrone. Due braccia e due gambe sottili informi. Sembra che sia privo di ossa. Giace in terra col volto verso il pavimento e non riesco a vedere il viso perché è coperto da una chioma marrone. Si alza un poco, sposta i capelli e vedo il suo viso. E' appena abbozzato. Ha gli occhi chiusi e una bocca sottile e dice:"Il mondo come lo conosciamo presto non esisterà più". Le creature consultano Inea perché vogliono che la razza umana si salvi ma Inea risponde loro che ciò non è possibile...
Sogno 26 Luglio anno 2015
Nel sogno Terminator(Arnold Schwarzenegger)viene dal futuro. Io gli chiedo chi é l'assassino di John Kennedy e lui risponde:"nessuno". Mi spiega che all'interno di una camera in un palazzo li vicino una bambina, figlia di un militare(forse un personaggio importante)ha in mano la pistola del padre(lasciata incustodita)e ha per sbaglio sparato; il proiettile rimbalza sul muro ed esce a gran velocità verso l'esterno e colpisce il presidente Kennedy. Io chiedo:"e l'uomo che hanno arrestato e poi è morto?". Lui risponde:" era un megalomane ma innocente!".
Io rimango in silenzio e capisco che per tenere nascosta la verità, si era scelto di condannare un innocente e Terminator dice:" peccato che abbiano arrestato e ucciso l'uomo, perché secondo alcune ipotetiche possibilità del futuro quell' uomo era destinato a diventato "colui che avrebbe portato la pace nel mondo"!


Sogno 19 Gugno anno 2015
Nel sogno  io e due persone(che conosco)ci troviamo a mare e l'acqua è melmosa, color ruggine. Puzza, come se in profondità giacessero carcasse di animali morti. Vedo qualcosa di molto grande e deforme che si muove in acqua...

Questo sogno ovviamente mi ha fatto pensare a “La spiaggia di Zeta” di David Fragale. 



Sogno 17 Giugno anno 2015
L'uinca cosa che ricordo del sogno di stanotte è che sacrificavo 5 bambini e un adulto(quest’ultimo è un sacrificio volontario per non lasciare soli i bimbi)come pegno per riuscire a incontrare un uomo. Vedo i bambini rinchiusi dentro una gabbia. La gabbia viene spinta verso il vuoto e mentre cade i bambini piangono e urlano"aiuto, aiuto"...poi il silenzio.

L'uomo che devo incontrare é in ufficio sito all’ulimo piano di un grande e alto palazzo(un grattacielo forse?)di vetro. Appena il sarificio è compiuto la porta si apre e vedo un uomo vestito di bianco.

Sogno 15 Giugno anno 2015
E' notte: Un uomo cammina in un giardino che circonda una villa. Sente dei rumori e vede un leone che si sta cibando di un uomo ormai squartato e morto. L'uomo indietreggia lentamente ma il leone lo guarda. L'uomo pensa che non corre grossi rischi dato che la bestia è sazia ma il leone inizia a fare qualche passo. L'uomo scappa, corre e il leone lo insegue. Il muso è coperto di sangue e corre diettro all'uomo che cerca di seminarlo. 
L'uomo fugge e riesce a non essere caturato dalla bestia e si ritrova in strada. Degli uomini in giacca e cravatta lo accerchiano e iniziano a fargli delle domande. L'uomo è in stato di shock e parla e da un serie di informazioni segrete e personali. Si sente dire:"Sono stato io a rubare gli 84mila dollari". Uno degli uomini in giacca e cravatta disegna una linea che si attorciglia intorno al braccio dell'uomo e scrive 84. 
Non è un caso isolato infatti nel mondo molte persone si ritrovano in stato di shock dovuto a qualche strano episodio e confessano o danno informazioni segrete e sempre degli uomini in giacca e cravatta ascoltano tali parole. Nel sogno uno di questi uomini ben vestiti racconta che negli anni '70 alcuni uomin in giacca e cravatta si trovavano in un circo e uno dei leoni era fuggito dall'arena, così si accorgono che le persone spaventate iniziano a palare e raccontare segreti. Gli uomini pensano che il motivo che li  fa"confessare"è il volersi liberare dalla coscienza ogni peso e segreto dato che hanno sfiorato la morte ma la verità è ben diversa e presto comprendono. Le persone in stato di shock parlano a causa 
dell 'adrelina(scaturita dalla paura).

Sogno 11 Giugno anno 2015
Nel sogno riesco a vedere cose e persone che nessun'altro vede. Osservo ortaggi che si sollevano e danzano sopra di me, intorno al tavolo e poi vedo persone con le quali inizio a chiacchierare. Io so che ciò che vedo è reale ma alcune persone non la pensano come me. Mi trovo costretta a nascondere ciò che vedo e sento, finché mia sorella mi scopre mentre parlo con qualcuno(che lei non vede)e sistemo degli abiti. Un anziano signore mi denuncia e vengo portata in ospedale per cure mediche nel reparto psichiatria. Un giorno sono a passeggio con qualcuno e incontro l'uomo che mi aveva denunciata. L'uomo è sconvolto da ciò che vede. Ho la schiuma alla bocca, lo sguardo assente...mi hanno riempita di farmaci per "bloccare" le visioni. L'uomo si sente profondamente in colpa perché prima ero solare, sorridente e divertente. Per le strade c'è festa, ed io guardo sul vetro di un grande palazzo che mi sta di fronte. Vedo il sole che si riflette sul vetro. Allungo la mano e dico, quassi sussurrando:" ma è Dio..."poi mi volto e guardo verso il cielo. Vedo una specie di dirigibile grigio chiaro e una spirale che lo decora. Io dico:"presto, presto datemi la macchina fotografica di Dario"ma quando guardo di nuovo verso l'alto il dirigibile non c'è più, vedo solo un motociclista che sta ultimando la sua performance ovvero cadere dal cielo per atterrare su grandi materassi. 

Sogno  6 e 7 Giugno anno 2015
Primo sogno: Mi trovo in un edificio degradato e vuoto. Al suo interno qualcuno ci vive. Entro in una stanza con qualcuno, una guida forse. So che è con me, vedo una sagoma e sento la sua voce ma non riesco a mettere a fuoco la sua fisionomia. All'interno della stanza c'è un tavolino quadrato in ferro nero, sopra una grande pepita d'oro con un'apertura concava e un piccolo foro. Dal foro esce un fluido violaceo che scorre sul tavolino fino a riversarsi in terra. Alla mia destra c'è Dario, nudo con gli occhi chiusi e i trova dentro una specie di capsula di ibernazione. Ha gli occhi chiusi e una mascherina sulla bocca. Un piccolo tubo trasparente è collegato al fluido. L'uomo che mi sta accanto dice:" Hanno scavato troppo a fondo. Se il fluido non dovesse più uscire dalla pepita  o se  l'uomo smettesse di ingerirlo allora il mondo cesserebbe di esistere. Ci sarà l'apocalisse".

Secondo sogno: Cammino e l'uomo di cui non vedo mai il volto perché pare una sagoma o incappucciato dice:" L'unione di quei due animali (e indica un Lupo e una Faina) creerà un ibrido. Questa creatura sarà portatrice di distruzione e la vita dell'uomo cesserà!"

Terzo sogno: Mi trovo in una piccola stanza. Il soffitto è basso e giallo. vedo delle impronte sul soffitto. Dico all'uomo(lo stesso dei sogni precedenti)che qualcuno avrà usato uno scarponcino per creare quelle impronte. L'uomo dice:"Non è uno scherzo e non è finzione. Qualcuno ha camminato al contrario. Qualcuno ha sconvolto le regole di Madre Natura".

Sogno Mercoledì 29 Aprile anno 2015
Oggi è l'anniversario di matrimonio di mio papà e mia mamma ed io ho fatto questo sogno di mattina. 
Sogno: Mi trovo in una stanza, forse la casa dove sono crescita. Io, mia sorella, mio fratello, il piccolo Giovanni(mio nipote), mia madre e mio padre siamo seduti intorno ad un tavolo. Nel sogno so bene che mio papà è morto e che è rimasto con noi per scelta. Io mi alzo, parlo e dico:" So che che tutti vediamo papà, oltre a vederlo possiamo anche toccarlo". Mi avvicino e lo abbraccio forte e li mi commuovo. Inizia un lungo e soffocato pianto e anche se a fatica, continuo a parlare:"Tutti possiamo vederlo"e chiedo a Giovanni:"anche tu puoi vederlo, vero Giovy?"e lui annuisce con la testa. "So che tutti vorremmo che resti con noi ma (e adesso mi rivolgo a mio padre) il tuo posto non è qui coi vivi ma con quelli che come te sono andati oltre". Nel sogno mio padre è stanco, gonfio ed ha anche delle piccole ferite(come piccole piaghe)sulla pelle...so che il suo stato fisico è la conseguenza della sua scelta d'esser rimasto con noi. 
Dico:" papà tu devi seguire la luce. La vedi la luce?" e lui risponde "si" e aggiunge:"e cosa c'è oltre la luce? Sarò solo?"
Io:"Non so cosa c'è oltre luce, non conosco la risposta a questa domanda perché io sono qui ma sono certa che ci sarà tua madre, tuo padre e tutte le persone a cui voi bene".

Adesso sono in piedi e guardo verso la sedia. Il suo posto è vuoto e un raggio di sole proveniente dall'esterno colpisce la sedia e la illumina". 

Sogno 19 Marzo 2015
Mi trovo su un veliero con altre persone. E' notte e il mare è irrequieto, forse si avvicina una tempesta. Su quella nave c'è l'uomo che amo. Le onde adesso sono alte e il veliero non riesce a gestire quella furia. Veniamo tutti scaraventati in acqua.
Al mattino mi trovo in un porto. Ci sono molti uomini, alcuni pirati. Cerco disperatamente il mio innamorato ma non lo trovo. Alcuni compagni si sono salvati dalle acque, altri no.
Mi accorgo che in quel porto(o meglio in quella piccola città)vengono costruite delle bambole di pezza che ricordano i compagni di mare scomparsi, annegati.
(il riferimento alle bambole della signora Ayano Tsukimi è palese). 
Cerco il mio amore tra quelle bambole di pezza pur di consolare il mio cuore ma non lo trovo.
E poi lo vedo. Non hanno realizzato una bambola di pezza per ricordarlo.
La sua immagine è stata scolpita in legno sulla prua di una nave, come una polena. 
Salgo a bordo e mentre la nave procede sulle acque calme uno dei marinari(una donna credo)mi vede e si commuove. 
Sono a prua che abbraccio e piango quella scultura in legno.


Sogno/Incubo 15 Febbraio anno 2015
Ho sognato lo Slenderman. La figura nel sogno è tale e quale alla raffigurazione standard: alta  e magra, priva di volto, braccia lunghe e abito elegante. 
Lo Slenderman muoveva velocemente e convulsamente  le braccia e mi guardava. Il suo volto dapprima era scheletrico e pieno di sangue e i suoi occhi mi fissavano mentre rideva, poi non vedo altro che il nulla sul suo volto.
Mi sveglio, ho paura e mentre mi dirigo verso il bagno chiamo Dario(il mio compagno nella vita)al cellulare. Mi accorgo di trovarmi nella casa dove sono nata e non sto camminando. Mi muovo come se fossi sospesa e sento le dita dei piedi strisciare in terra. Dario si arrabbia al telefono perché dice di non capire le mie parole. Mi accorgo che sono ancora addormentata. Mi sveglio e la scena si ripete, identica tranne per il tono gentile e disponibile di Dario. Mi accorgo che sono ancora addormentata. Mi sveglio e di nuovo. Mi accorgo ancora una volta che non sono sveglia e mi vedo distesa sul lettino, in camera(nella casa in cui attualmente vivo)e chiamo mia madre(che dorme li vicino):"mamma, ma..m..ma, ma.."la voce esce bassa e capisco che non mi sente, così col piede cerco di muovere il suo materasso ma non succede nulla. Mi alzo, vado verso mia madre e mettendo una mano sul materasso(io credo che sia il suo corpo)e chiamo:"mamma, mamma"ma non succede nulla e inizio a urlare:"mamma, mammaaaa". Mi accorgo allora che sto ancora dormendo e mi sveglio. Finalmente sono sveglia. Mi alzo chiamo mia madre e le dico:"Ho fatto un bruttissimo sogno, non riuscire più a svegliarmi...mi accompagni in bagno"?
Sogno 16 Gennaio anno 2015
Sono in mare, è giorno, forse primo pomeriggio. So che devo arrivare a nuoto alla riva opposta. Nel sogno so che devo fare qualcosa di importante ma non so cosa. Non ancora.
Arrivo a destinazione e vedo un enorme piscina. Al centro una grande, grandissima balena è stata legata e messa li come attrazione turistica. Un uomo ricco e avido(colui che ha voluto la balena)sta parlando con due persone. Non mi faccio vedere da loro e vado verso la piscina. La balena è legata così: la pancia poggia sul fondo della piscina  e le pinne sono legate con delle funi, la testa rivolta all’indietro è legata alla coda…forma una specie di ruota…di cerchio.
Vedo le persone in costume da bagno che festose e indifferenti fanno il bagno. Sono piccolissime rispetto alla balena(che ha dimensioni irreali tanto è grande). Mi immergo e ascolto il pianto della balena. Sono molto triste perché “sento” il suo dolore. La gente che si tuffa, le urla dei bambini, le risate riecheggiano nell’acqua ed io riesco a sentire questi suoni come li sente la balena; sono rumori così fastidiosi e forti che pare di impazzire. Adesso so perché sono qui: devo liberare quella bellissima creatura.
Riesco a sciogliere i nodi…riesco a liberarla e sono preoccupata perché temo che possa non passare dalla grande porta d’ingresso, ma presto le mie paure vengono meno perché la balena è uscita. Adesso nuota e arriva in mare aperto. E’ maestosa. Vedo il suo occhio che mi guarda…mi ringrazia e tra noi si crea un legame che durerà per sempre. Dico alla balena che non posso restare con lei ma che un giorno di ogni anno andrò in mare per passare del tempo con lei.
Mi vedo anziano(adesso sono un uomo)esile e con la barba folta e bianca. Sono su una piccola barca in legno. In questi anni ho messo su famiglia e ho vissuto una vita serena.
Mi appisolo sulla piccola barca e li finisce la mia vita terrena. Sono morto(in pace).
La balena si avvicina a me e mi vedo nuotare con lei nelle profondità del mare.

"Si dice che guardare nell'occhio di una Balena sia come guardare nella finestra di un anima. I pochi umani che hanno avuto questa possibilità, dallo sguardo della Balena hanno avuto l'impressione di una forte connessione emotiva"

Dal documentario"Delfini e Balene- La tribù dell'oceano



12 Dicembre anno 2014:
Mi trovo in strada. E' sera, è Inverno e sento tra la gente(non ricordo il motivo)c'è molta rabbia e rancore. Nel cielo vedo una luce, la osservo e la sua intensità aumenta velocemente. Si fa sempre più luminosa e si forma un disegno, una forma. Ecco che un angelo fatto di luce si muove adesso nel cielo stellato. Sono sorpresa e felice e dico a tutti di guardare. Qualcuno ha paura, qualcuno colpisce l'angelo annientandolo. Lo stupore e il terrore per la tale delitto mi pervade e poi accade qualcosa.  Appare Zeus. Appare in cielo, adirato e colpisce gli uomini. C'è il caos! Uomini che fuggono, extraterrestri in arrivo. In cuor mio so che quel delitto ha segnato la nostra fine. La fine dell'umanità!

28 Novembre anno 2014

Torno in Sicilia, la mia bella terra. Un ragazzo(che conosco)si avvicina a me contento di vedermi e dice: "Guarda Sabina, guarda cosa ho in mano!" .Mi mostra una bottiglia di vetro trasparente e dentro ad essa vedo un liquido scuro. Dice che si tratta di resina di pianta e alcool. Avvicino il naso per sentirne il profumo ma non sento nulla. Il tappo è chiuso.

Il ragazzo mi autorizza ad aprire il tappo, e lo faccio. Qualche goccia di quel liquido cade sul collo della bottiglia e immediatamente nascono delle piccole piante dai fiorellini bianchi.
Esclamo:"E' bellissimo!"
Vedo una rosa rossa e il ragazzo dice che soltanto con quel fiore si potrebbero dipingere le facciate di un grattacielo. Dario interviene e sostiene che la resina non resisterebbe al clima.

Continuo a guardare la bottiglia. E' meraviglioso!


24 Novembre anno 2014
Urlavo forte nel sogno. Urlavo con tutto il fiato che avevo, forse si più!
Un Capodoglio era stato stato catturato da alcuni ragazzi e legato e messo a riva. Veniva picchiato e deriso. Ero distante da loro e appena il mio urlo termina mi alzo e vado da loro. "Non si mangia la carne del Capodoglio, non si può mangiare...liberatelo". Una ragazza dice che il suo fidanzato è in mare a prender pesci e che se liberasse il Capodoglio lui si arrabbierebbe molto. Credo sia stato il mio silenzio e le carezze che facevo a quella bellissima creatura che l'hanno convinta a slegarlo.
"Mi inventerò una scusa"disse..."farò finta che le corde si sono rotte".
"Liberatelo!" dice lei. Il Capodoglio mi guarda come se volesse ringraziarmi(lo sento nel cuore)e poi si immerge. Lo vedo nuotare e andar via con una manta.
21 Novembre anno 2014

Sogno: Una forza distruttrice(un entità femminile con molte braccia)avanza per le strade. E' grande, imponente e si muove avvolta da travi di legno. Tutto si distrugge al suo passaggio, tutto marcisce e gli uomini piccoli e indifesi fuggono. Io sono costretta a correre e cercare rifugi diversi perché lei avanza...avanza.

19 Novembre anno 2014
Mi trovavo in una casa con la mia famiglia. Siamo tutti in soggiorno a guardare la televisione. Una piccola stufa elettrica(come quella che avevamo quando ero piccola)riscalda l'ambiente. 
C'è freddo, molto freddo! Sento delle voci venire dalla strada, corro verso la porta d'ingresso, la apro un poco e vedo delle donne che escono dalle loro abitazioni per andare in strada. Sono coperte da veli bianchi. Tutte avvolte dalla testa ai piedi da veli bianchi. Escono per strada urlando qualcosa(non ricordo cosa ...una parola...forse Akuta)fanno pochi passi e poi si gettano in terra perché il freddo le congela. Una dopo l'altra vengono congelate dal freddo. Sembrano statue. Ho paura e chiudo la porta. Corro verso il soggiorno e mi metto a terra vicino la stufa per salvarmi da quella morte certa causata dal gelo.
Non vedo più nulla. Solo delle voci. Sono delle entità che parlano. Delle creature che vivono nel "mondo di sotto". Rivolgono delle domande ad una entità superiore chiamata Inea. E' una creatura difficile da descrivere. Ha il corpo allungato, cilindrico coperto di peli marrone. Due braccia e due gambe sottili informi. Sembra che sia privo di ossa. Giace in terra col volto verso il pavimento e non riesco a vedere il viso perché è coperto da una chioma marrone. Si alza un poco, sposta i capelli e vedo il suo viso. E' appena abbozzato. Ha gli occhi chiusi e una bocca sottile e dice:"Il mondo come lo conosciamo presto non esisterà più". Le creature consultano Inea perché vogliono che la razza umana si salvi ma Inea risponde loro che ciò non è possibile. Mi sto svegliando e sento una musica in sottofondo e la bocca appiccicosa, come se avessi una gomma da masticare. 
Apro gli occhi. 
Non c'è musica. 
Non ho nulla in bocca. 



3 Settembre anno 2014
Vivo insieme ad altre persone in un bosco. Ci sono delle capanne sparse e noi viviamo al loro interno. Una di queste capanne è rivestita di piume bianche e una ragazza vuole stabilirsi li dato che non è occupato da nessuno. Una ragazza si avvicina e guarda meglio il rivestimento della capanna...non sono piume, sono foglie di un fungo di cui non rammento in nome. La ragazza sa che è un "frutto proibito" e lecca la superficie della foglia e ne gusta il nettare. Chiamo i miei familiari e un grosso serpente che esca dall'acqua mi morde ad una mano. Io cado e ho paura e il serpente torna e mi morde nuovamente. Mio fratello ha un piccolo cacciavite o forse una semplice arma appuntita e gli tagli ala pancia ma il serpente non muore e non lascia la mia mano. Io prendo la piccola e tagliente arma e incidono delle croci sulla testa dell'animale(il tutto mentre prego). La bestia è sofferente e moribonda e dopo aver inciso una seconda croce le stacco la testa dal collo.
Un medico controlla la mia mano ed io gli dico che brucia un poco. Quando gli mostro il serpente vedo che è appena cresciuta una testa all'animale e che è tornato in vita, anche se è molto debole. Lo uccido ancora ma so che tornerà.
20 Agosto anno 2014
Ho il cellulare il mano e sto scambiando messaggi con un amico. E' sera e il cielo è grigio. Il mio amico di trova a Palermo, in un bosco e mi racconta che sta piovendo. Il luogo in cui mi trovo è un corridoio ammobiliato ma senza tetto e quindi sono all'aperto. Inizia a piovere. Mia madre si allontana da me per andare verso il bagno che è distante dall'ingresso della casa. Piove. Si scatena una tempesta. Il corridoio si allaga e il cielo che pare proprio sopra la mia testa emette dei suoni surreali. Suoni che nella realtà(o meglio da sveglia)non ho mai sentito. Ho paura. Terrore puro. Cammino carponi verso il bagno chiamando mia madre. Lei dice che è molto pericolo a causa dei fulmini(io sono a piedi scalzi)e che devo tornare indietro ma io non voglio lasciarla li e continuo a camminare. Piango. Piango disperata. Il suono si fa più forte e un tuono mi fa tremare di paura...mi rannicchio in un angolo e urlo invocando il nome del mio compagno:" Darioooo". Continuo a camminare(sempre carponi)e raggiungo mia madre, le prendo la mano e la porto via. Corriamo e finalmente entriamo in casa, al riparo.
Mi sveglio(o almeno credo)e sento il braccio indolenzito. Vedo i miei nipoti in camera da letto, seduti sul letto di mia madre, mentre lei è distesa. Mia sorella è seduta sul letto e rivolgendo a me dice che c'è una tempesta e che è mio compito stare attenta. Io piango e dico loro che ho fatto un terribile incubo. Nessuno bada a me e continuo a piangere paralizzata a letto. Mia sorella si accorge del mio pianto e avvicinandosi mi asciuga gli occhi rassicurandomi. Mi sveglio(stavolta per davvero)e sento il braccio indolenzito.
Il suono che ho udito, un suono insistente e terribile non lo scorderò mai.
19 Agosto anno 2014


Nel sogno vedo Carol, il personaggio del libro"Nel paese delle creature selvagge"di Maurice Sendak che vive nelle profondità del mare, nel luogo che raccoglie tutte le navi e le barche e i velieri che sprofondano in acqua. L'unica scena che vedo è quella di Carol col capo chino e dal pelo color viola messo di profilo mentre un veliero(uno dei tanti)sprofonda tra le acque buie.
12 Agosto anno 2014
La sensazione è che questo sogno sia durato tutta la notte(ma sappiamo bene che non è così). Dovevo riparare una lavatrice. L'acqua in  casa, del quartiere forse anche della città se non addirittura del mondo dipendeva da questa lavatrice. Per tutto il sogno cercavo di riparare la lavatrice e poi quando stavo per svegliarmi...ci stavo riuscendo, ma non lo saprò mai!
Forse.
24 Luglio anno 2014
Ieri sera ho iniziato a parlare con il mio angelo custode e nella notte ho sognato che raccoglievo tante piume bianche.
14 Luglio anno 2014:
Sogno 1) Notte: In fila dal cielo stellato scendono velocemente creature del mare, sono dei pesci dai colori cangianti. Brillano e i colori sui loro corpi(che sembrano trasparenti)sono fluorescenti e si muovono, come un arcobaleno. E' uno spettacolo bellissimo.
Pomeriggio: Un uomo ha scoperto di poter ricavare energia attraverso quella che chiamiamo"La petite mort"ovvero la piccola morte: l'orgasmo...quel brivido, quel momento in cui la donna prova un grande piacere.
L'uomo in questione tiene prigioniera una giovane donna di none Eco. E' bionda, bianca di carnagione e magra.
Lui la masturba e raccoglie la quantità di energia attraverso ogni suo orgasmo.
Li è stanca, è debole ma lui continua...


24 Giugno anno 2014
Una notte terribile quella di oggi. Una notte dove l'insonnia si mette vicino a me e non mi molla manco se la imploro. Non ho dormito se non un'ora, forse due al mattino e l'unico sogno che ricordo è un uccellino bianco. Entrava in casa di Dario. Era smarrito e spaventato. Era piccolo. Si trova in cucina, io lo vedo e con modi molto gentili apro le mani e gli dico:"dai vieni, ti aiuto ad uscire!"Il piccolo volatile viene tra le mie mani e mentre mi dirigo verso il balcone del salone lui spicca il volo e va via. 
Qualcosa degno di nota è accaduto in uno stato di dormiveglia e vorrei raccontarlo o meglio vorrei trascriverlo per non perdere questo ricordo: 
Vedevo Margot(il bellissimo cane del mio compagno che adesso è una stellina in cielo). Lei annusava qualcosa e saltellava. Mi rendevo conto che potevo sfruttare quel momento così oltre a guardarla e chiederle:"Margot come stai?"e lei sorrideva e vedevo una fortissima luce bianca...era accecante e così ho aperto gli occhi.
18 Giugno anno 2014
Che stress! Stamattina mi sono svegliata stanca e stressata! Tutta colpa del mio sogno che pare esser durato tutta la notte.
Sogno: Mi trovo in una scuola, la classe che frequento è piena di personaggi assurdi, pazzi e criminali. I docenti sono stremati e stanchi da tanta violenza verbale e fisica e quindi evitano ormai di intromettersi o prendere provvedimenti. Litigo spesso con queste persone e subisco anche io la loro prepotenza. Nella scena successiva mi trovo a mare, a Sferracavallo(spiaggia che si trova a  Palermo). E' notte(sogno spesso il mare di notte, il che rende tutto più inquietante). Io e la classe ci troviamo li e pare esserci una tregua tra noi. La leader(una ragazza violenta e disturbata)si tuffa in mare e cosi faccio anche io. Sott'acqua nuoto e salendo verso la superficie sento qualcosa che accarezza il mio viso...è viscido e sottile, penso che siano alghe e cerco di risalire in fretta. Quando sono in superficie vedo delle creature che galleggiano. La forma ricorda molto i caschi di banane e vedo delle spugne attaccate. Sono innumerevoli e sono sparse su tutta la superficie del mare. Sono vive e so che sono creature aliene. Vedo un uomo nudo che galleggia. Ha gli occhi aperti e non parla. Pare addormentato. Mi avvicino e guardandolo dico:" sembra il santo bevitore"
Fine


9 Giugno anno 2014
Nel sogno mi trovo alla Bottega(il negozio gestito da me e due soci). Il diavolo vestito con abito bianco è di fronte a me. All'esterno la gente cammina ma pare che tutto si muova lentamente. Il diavolo mi porge un foglio e una penna e mi propone di firmare per stipulare un patto con lui.
Successo, ecco cosa mi offre.
Io rinuncio.
Nota: In passato Lucifero che chiamo confidenzialmente e sarcasticamente Lucio, ha cercato in più di un occasione di avere la mia anima proponendomi qualche offerta. Ho sempre rinunciato(e ammetto che a volte il dubbio si è insinuato in me). 
Dopo parecchio tempo ecco che si ripresenta.
(Nella foto:"Faust & Mephisto,di Stich von Tony Johannot")
4 Giugno anno 2014
Sto camminando e vedo una ragazzina distesa in terra incosciente. Mi avvicino a lei e cerco di soccorrerla, la volto verso di me e vedo che della saliva che cola dalla bocca, la pulisco e allarmata chiamo il 118. Lei si sveglia lentamente e mentre sono al telefono con l'operatore dell'ospedale per spiegargli cosa accade la ragazza si alza e come indemoniata mi attacca. Il suo attacco è verbalmente violento ma io cerco di farla ragionare. Nella scena seguente mi trovo in una casa , sono seduta e di fronte a me ci sono due persone. Non conosco ne la casa in cui mi trovo ne le persone che mi parlano, inoltre non capisco cosa dicono ma avverto in quella casa la presenza del"male". Dal piano di sopra vedo arrivare la ragazza, vestita con un abito estivo nero con fiori colorati. Ha lo sguardo assente. Dietro di lei una figura si muove nel buio. Capisco che è il "male". E' un uomo. Mi avvicino adesso alla figura di mio padre e gli dico queste parole:" Adesso ho capito! I mostri esistono e prendono forma solo nel momento in cui la nostra immaginazione gli da vita". Lui sorride...un sorriso di assenso e sgrana gli occhi.
26 Maggio anno 2014
Dopo una notte passata in bianco questo pomeriggio mi sono concessa un riposino. Non appenami stendo sul letto cado in un sonno profondo. 
Sogno: Mi trovo in una stazione. Devo prendere un treno freccia rossa che partirà entro cinque minuti. So che il treno parte alle 16:20 ed io sono alla biglietteria, saltando la fila, alle 16:15.
Sono parecchio agitata, devo affrettarmi. La destinazione iniziale(dato che devo fare un cambio treno)è un posto chiamato Dovelovo oppure Dolelovo. Faccio il biglietto porgendo 5 euro alla signora dello sportello e corro verso il binario numero 4. Mentre corro mi accorgo d'aver dimenticato il mio bagaglio, un borsone verde e torno indietro. Prendo il borsone e sempre correndo mi dirigo tra i treni che intanto partono.
Perdo la mia corsa.
24 Maggio anno 2014
Non ricordo quasi nulla dei sogni fatti stanotte, ma un frammento importate mi è rimasto in mente. Io liberavo degli schiavi dai loro padroni/oppressori.


8 Maggio anno 2014
Nel sogno io sono incinta. Partorisco prima del previsto. La creatura è un feto che pare quello di balena. Io sono sconvolta dinnanzi quella orribile visione. E' buio e mi trovo in una stanza lercia. Una donna mi aiuta a tirar fuori quella mostruosa creatura che si dimena per venir fuori dalla  placenta. La donna è mal vestita e dice che quello potrebbe essere l'anticristo.
Orrore e sgomento.

Diversi sogni degli ultimi giorni:
Mi trovo in città, non so dire quale. E' sera e in strada c'è molta gente. Entro con un Dario in un supermercato, mentre cammino mi accorgo che tutto trema. Dalle pareti e dagli scaffali gli oggetti si muovono e cadono in terra. Vedo bottiglie spaccarsi al suolo. Tutto crolla. Chiedo a Dario perché tutto sta cadendo e lui risponde che la crosta terrestre si sta spostando per permettere un allineamento con Marte. Usciamo: lo sciacallaggio ha inizio, uomini muniti di fucili e mitragliatrici si muovono tra le strade. Ho molta paura, ma entrambi riusciamo ad allontanarci da quel posto.

Altro sogno:
Sono seduta, vedo mio padre e mia madre in piedi che mi stanno accanto. Entrambi mi dicono che devono parlarmi, svelarmi un segreto che si portano dietro da molto tempo. E' mio padre a prendere la parola e dice che uno dei due non è il genitore biologico. Dando per scontato che si tratti proprio di lui  mi alzo e commossa lo abbraccio dicendogli che non mi importa perché lui mi ha crescita e quindi per me è mio padre a tutti gli effetti. Lui dice che infatti è il mio vero padre...è la mamma che non è il mio vero genitore. Rimango impietrita dinnanzi quella notizia e così mio padre inizia il suo racconto:"Quando ero sposato con tua mamma e avevano già tua sorella e tuo fratello(ancora piccoli)io ho conosciuto una donna(nel sogno la vedo, è giovane e bionda). Io mi sono innamorato di questa donna e così ho lasciato tutti per stare con lei. Dopo qualche tempo è rimasta incinta e non appena ha partorito mi ha detto di non volere una famiglia e così mi ha lasciato con te. Sono rimasto solo per un pò, poi tua madre sapendo tutto ciò è tornata da me e sebbene fosse arrabbiata noi abbiamo ripreso a vivere insieme e amarci."

Altro sogno:
Guardo il mio braccio sinistro e vedo dei lividi, mi reco dal medico e dopo alcuni esami mi dice che ho l a leucemia. Poche settimane di vita, ecco cosa mi resta.

Sogno di Marcella Giuffrè su Sabina Meschisi 23 Aprile anno 2014
Riporto quanto mi è stato scritto:
Sette di denari, e tu stella nuda in mezzo il mondo. 
Una voce fuori campo spiega la visione di queste immagini, parla di realizzazione totale. Una telecamera riprende te in mezzo ad un paesaggio splendido, tutto naturale a forma ovale. La cinepresa percorre questa circolarità e tu sei al centro. Il movimento è sempre più veloce e vertiginoso, e la voce fuori campo con tono di voce sempre maggiore ripeteva la parola "armonia". Improvvisamente la telecamera si allontana e si vedono due dipinti: in uno ci sei tu, nuda ed il paesaggio tutto intorno, l'altro è un 7 di denari. 
Nota:(tu mi hai ricordato la figura "la stella" nei tarocchi di Jodorowsky) 






Simbologia della carta"La stella" e "Sette di denari"



La stella
Arcano di pace, giustizia e armonia, è sempre indice di una situazione particolarmente favorevole che può contare su protezioni ed aiuti sovrannaturali. Si annunciano buone prospettive per il futuro, nuovi orientamenti, influssi astrali positivi sul destino. Rinascita spirituale, uscita da un pericolo, ostacoli superati. Rappresenta quindi, il punto d'arrivo, la conclusione di ciò che è stato fatto in passato, la realizzazione degli sforzi compiuti; una soddisfazione, una ricompensa, una concretizzazione dei sogni e delle speranze oppure un nuovo inizio, una nuova prospettiva da cui ripartire. Ma oltre alla fortuna decisa dalle stelle, la persona possiede un'intelligenza intuitiva e lucida, allegria, ottimismo, fiducia in se stesso e nella benignità del destino. Tutto nella vita affettiva, familiare, professionale, parla di calma, armonia, serenità, rinnovamento graduale, esente da sbalzi e traumi. Relazionandosi con estrema cordialità ed esercitando un'influenza positiva sugli altri, la persona è in grado di fornire, nonché di ricevere buoni consigli. Contatto vivificante con la natura, percezione degli influssi celesti, evoluzione su tutti i piani, doti divinatorie e profetiche, affettività gioiosa ed equilibrante, crescita interiore ponderata e vissuta consapevolmente.
Sul piano affettivo
Un nuovo amore romantico e spirituale ma non privo di profondo coinvolgimento fisico, tenerezza, attrazione, passione, abbracci. Futuro sentimentale felice, incontri, nuove conoscenze, amicizie amorose all'orizzonte. Aiuti solleciti da parte degli amici, sui quali il consultante può sempre contare.
Piano professionale
Una professione interessante a contatto con il pubblico e con ottime possibilità di successo. Passione per l'arte, senso estetico, creatività e raffinatezza espresse attraverso la musica, la poesia, il disegno. Interesse accentuato per la moda, la profumeria, l'erboristeria, le medicine alternative, l'ipnosi.
Persone
Una persona devota e coraggiosa, equilibrata e disinteressata alle questioni materiali. Una buona consigliera, estremamente benefica per il consultante. Un artista, un cantante, un creatore di moda, un profumiere, un parrucchiere, un terapeuta, un erborista, un fioraio, un agricoltore. Una coppia di amanti.
IL TEMPO
E' una carta lenta (da due mesi a tre) ed il suo margine di interazione è lunghissimo (oltre un anno).
LA PIETRA ABBINATA
La pietra abbinata a questo arcano è la Giada Verde.


Sette di denari
Preannuncia fortuna per il consultante in tutti i campi.
Negli affari, in amore, nello studio. In affari e sul lavoro la situazione è promettente: buoni affari, successo, beni materiali, piccole fortune, sovrabbondanza. Tutto ciò che viene intrapreso è destinato a una maturazione fruttuosa.
In amore preannuncia un matrimonio con una persona benestante, sentimenti in fase di crescita, essere ricambiati in amore.
Preannuncia aiuti in campo economico e nel superamento di difficoltà.
E' una carta fortunata.

Sogni 9 - 10 Aprile anno 2014
Primo sogno:
La sovrappopolazione nel mondo stava cominciando a diventare un serio problema al quale prendere dei provvedimenti urgenti. La popolazione mondiale doveva essere ridotta drasticamente, la metà della popolazione doveva sparire. In tv annunciano i nomi di coloro che si sarebbero salvati attraverso un estrazione. Coloro che vengono salvato dallo sterminio sarebbero stati i carnefici. Io non sono tra quelli  e così molte persone cercano di uccidermi. Mi inseguono con coltelli e armi varie. Sono molto spaventata e fuggo, fuggo sempre.
Secondo sogno:
Sono in spiaggia, è notte. Le acque del mare sono nere e ho timore ad entrare in acqua ma lo faccio.Su una barca vicino la riva ci sono molte persone che fanno festa. Musica e alcolici vengono serviti a chiunque salga.
Mi trovo in una stanza. Una donna di mezza età con un enorme capigliatura bionda che pare una parrucca e un vistoso e pesante trucco in viso entra seguita da una ragazzina. La donna è disposta a pagare una cifra esorbitante per soddisfare il suo appetito. Un uomo le porta una gamba umana, consumata dalle acque del mare. La donna infatti è ghiotta di parti umane trovate(?)in acqua, se sono in buone condizioni le paga a prezzi alti. La donna lecca una parte di carne, che pare un pò maciullata, e poi come se avesse un orgasmo ne mangia un pezzetto. Afferma che sia di ottima qualità. Io rimango impietrita da tale visione e provo schifo. Vomito e mentre lo faccio penso che probabilmente alcune persone vengono uccise per soddisfare l'appetito insolito e macabro della donna.

Sogno: 1 Aprile anno 2014
Nel mio sogno stanotte nuotavo tra le nuvole e vedevo rettili che si inseguivano per cibarsi l'uno dell'altro.

Sogno: 30 Marzo anno 2014
Nel sogno mi vedevo adulta. Avevo intorno ai 50 anni. I cappelli fino alle spalle lisci e brizzolati. Amavo il colore dei capelli, alcuni dicevano che li avrei dovuti tingere prima che diventassero bianchi ma rispondevo loro che che i capelli bianchi mi piacciono. Mi vedevo adulta ed ero bella.


Sogno: 29 Marzo anno 2014
Non riesco a ricordare l'inizio del sogno(c'è davvero un inizio?)è tutto un pò confuso.Ricordo che ci sono molte persone che camminano e si muovono. Sono in strada e vedo molti colori intorno a me. Io sto cercando un leone. Un leone molto grande. Dapprima mi trovo all'interno di un grande e lussuoso palazzo con le pareti grigie e spoglie e pieno di oggetti inutile. Successivamente mi vedo all'esterno, per strada. C'è molta gente e camminiamo tutti si una stradina impolverata. In lontananza vedo un tendone da circo, la punta si allunga verso il cielo. E' buio e vedo delle nuvole nere che ruotano vorticose sulla cime del tendone. Entro e cerco il grande leone. Nel sogno ho un profondo desiderio sessuale verso il leone e viceversa. Ci stiamo cercando. L'incontro sessuale col leone è qualcosa che devo fare, è un completamento intimo tra me e l'animale.
Un amica dice che è riprovevole, che è contro natura...rimango dubbiosa dal suo intervento ma so che devo farlo. In una stanza vedo il grande leone, solo la sua zampa è grande quanto me. Mi avvicino, metto le mani sul suo viso. Gli occhi sono grandissimi e azzurri, mi pare di vedere l'universo al suo interno e nebulose che si muovono.Il grande leone è un animale sacro. Degli uomini(che lo tengono prigioniero)ci separano ed io lotto per evitarlo, poi il sogno finisce...




Sogno:23 Marzo anno 2014
Mi trovo su un autobus con una classe di bambini delle elementari, sto accompagnando mio nipote G. da qualche parte(una gita forse). Sono distante da lui perché sto parlando con qualcuno e sento G. piangere. Mi avvicino a lui e dice che un bambino(siede proprio di fronte a lui)lo ha ferito con una penna. Ancora attaccata al suo orecchio gliela stacco, ha riportato solo una piccola ferita. Una rabbia incredibile prende il sopravvento e schiaffeggio il bambino alla gamba dicendo in continuazione:"che cazzo hai fatto?" Alcuni tra i presenti mi dicono che la mia reazione è eccessiva ma ho una rabbia incontrollabile, e voglio vendicarmi. Lontano dagli occhi degli adulti mi avvicino al bambino e dico:"tu hai otto anni e hai fatto male ad un bambino di otto che però ne dimostra quattro ed è speciale. Io ho trentadue anni e non mi importa se tu ne hai otto, te la farò pagare". Il bambino si trova davanti il mare adesso ed io lo spingo in acqua. Il bambino non sa nuotare e annaspa nell'acqua. I presenti urlano"aiutatelo, tuffatevi" ma nessuno lo fa, tanto meno io che rimango con le mani in tasca mentre osservo il bambino che sparisce nelle verdi acque. Un uomo indossa un costume e una maschera e si immerge per cercare il corpo ma non lo trova. Tutti pensano in primo momento che si tratti di un incidente ma alcuni sospettano si tratti di omicidio e cercano un colpevole. Sebbene sia io il colpevole faccio il doppio gioco e come gli altri mi preoccupo di trovare il "colpevole". Mi immergo e vedo il bambino ormai morto sul fondo del mare, e lo lascio li, guardandolo dapprima  e ignorandolo dopo.
Altro non ricordo...

Sogno(?)17 Marzo anno 2014
Mi trovavo alla Bottega di Spinea(nel sogno il negozio era diverso). Guardavo il registro di cassa e pensavo che Davide doveva spiegarmi come usarla. Guardando oltre la vetrina vedo il piede di qualcuno, ha una scarpa verde. " Ma quella è la scarpa di Dario?" penso. Lui entra in negozio. Mi ha fatto una sorpresa. E' arrivato a Spinea per me. Ha due peluches in mano. Io vado verso di lui. Sono emozionata e commossa. Lo abbraccio forte, dicendo "amore, amore mio" . Siamo abbracciati. Ci teniamo stretti. Sento che sto per svegliarmi e penso che questo abbraccio continuerà in eterno nel mondo onirico.

Sogno 9 Marzo anno 2014
Nel sogno l'apocalisse. La distruzione del genere umano avveniva per mano del dio del vento. In cielo nuvole gigantesche si muovevano e una di queste assumeva una forma umanoide. Soffiava la figura e dal suo alito una scia che si trasformava in una grande nuvola creava tempeste violente e distruttive. Io e altre persone fuggivamo...ma era difficile nascondersi, salvarsi.

Sogno 7 Marzo anno 2014
Una bambina soffia sul viso delle persone e queste vengono possedute da una forza maligna. Alcune obbediscono al male, altre si tolgono la vita.

Sogno Marzo 2014: La dittatura ha preso il comando del paese e sulle persone. Mio fratello dice che i soldati entrano nelle case e stuprano le donne e derubano la gente. Io ho paura, ho molta paura e corro verso casa. Mio fratello afferra il mio braccio e dice che devo fuggire ma non so dove altro andare se non a casa. Una donna e un uomo vestiti con una divisa blu scura entra in casa. Paura. So che vogliono farmi del male, deportami o uccidermi sul posto ma accade qualcosa. Le mie illustrazioni, posate su un tavolo attirano l'attenzione dei due soldati. Guardano con attenzione ogni immagine e si complimentano con me. 
"Non ti faremo del male. Tu resterai a nostra disposizione dato che sei brava nel disegno". I due vanno via. Al mio risveglio penso:"L'arte mi ha salvato la vita!"

2 Marzo anno 2014
Nel sogno Davide e Emmett Brown(Doc) sono amici e grazie a questo incontro io e Doc viviamo una tenera storia d'amore. Sguardi timidi, farfalle allo stomaco e un piccolo dolce bacio sulle labbra e la promessa di rivederci ancora...di non lasciarci mai.

8 Febbraio anno 2014
Un tonno veniva mangiato da una balena e una sirena strappava il cuore della balena.


Sogno 29 Gennaio anno 2014
Eliche. Quattro enormi eliche in mare che giravano veloci. Nel sogno mi trovo a Sferracavallo(Palermo). E' sera, c'è buio. Le acque si agitano a causa di queste eliche nere enormi che si spostano lentamente.


Sogno 26 Gennaio anno 2014 
In sogno: Mi trovo a mare,a Sferracavallo(Palermo). Mi immergo in acqua. C'è molta gente che entra per fare il bagno e mentre nuoto mi accorgo della presenza di meduse. Meduse rosa. Sono ovunque. Voglio rientrare ma la gente continua a immergersi, una dietro l'altra. Mi faccio spazio cercando di non essere toccata dalle meduse. Cerco di salire da uno scoglio ma il numero elevato delle persone che entrano in acqua me lo impedisce, sono troppi. Una medusa mi sfiora e io urlo dal dolore per il bruciore. C'è un altro modo per risalire a riva. Dietro lo scoglio. Mi arrampico su corpi accatastasti uno sopra l'altro di vacche scuoiate ancora sanguinanti. Afferro la carne viscida e sporca e cerco di salire su...


Sogno 24 Gennaio anno 2014
Un uomo di mezza età accusato d'aver fatto sparire la moglie decide di raccontare la sua storia. La sua verità. 
Dal racconto del vecchio(nel sogno io vedo le immagini): "Vivo in una fattoria, in un piccolo villaggio. Un pomeriggio qualunque torno a casa. Chiamo mia moglie che dovrebbe essere in casa, ma non risponde. Oltre un muretto in pietra, verso la cucina vedo qualcosa che si muove. Procede in direzione del corridoio e quello che riesco a vedere sono dei tentacoli che si muovono. Mia moglie si trova in corridoio, legata e imbavagliata. Degli orsacchiotti(proprio come quelli di coccolino)poco più grandi di un uomo e con uno sguardo cattivo tengono prigioniera mia moglie. Sono alieni. L'orso che tiene mia moglie la trascina in una delle stanze della casa. Vogliono rapirla. Vogliono portarla via. L'orso la prende e la scaraventa oltre la finestra, spaccando il vetro. Un altro orso(sono tutti uguali)che si trova fuori la casa guarda dalla finestra rotta e mi vede. Mi inseguono, io scappo. Corro per le scale verso il piano di sotto e come una furia mi vengono incontro alcuni abitanti del villaggio con delle armi in mano, pensano che io abbia fatto del male a mia moglie. Mi prendono a calci e pugni, guardo verso le scale ma gli orsacchiotti-alieni non ci sono. Sono fuggiti".
La donna non è mai più stata ritrovata e l'uomo e tutti gli abitanti del villaggio sono convinti che sia stato lui, l'uomo anziano a far sparire la donna.

Sogno 20 Gennaio anno 2014
Nel mio sogno stanotte tu <3. Bellissima amica a quattro zampe. Margot, bellissima Margot. Nel sogno siamo in una spiaggia che pare infinita, non vedo la fine. La giornata è uggiosa, tu corri e sei felice. Scodinzoli, saltelli e ti bagni le zampe mentre corri sulla riva di quella immensa distesa di sabbia e acqua. Io ti accarezzo e sento la morbidezza del tuo pelo tra le mie dita. Sento gioia e nostalgia perché so che non sei più con noi, non fisicamente almeno...ma la tua bellezza e il tuo calore si avverte in ogni luogo.
Ti voglio bene <3


Sogno 12 Gennaio anno 2014
Tutti gli abitanti del pianeta erano a conoscenza del fatto che la terra e i suoi abitanti sarebbero morti di li a poco. Tutti saremmo scomparsi a causa dell'esplosione di un numero piuttosto alto di bombe atomiche.
Io vivevo con paura e angoscia questo evento. Esisteva una piccola camera bianca creata nello spazio(da li si vedeva la Terra)dove poter vivere...o meglio sopravvivere. L'accesso era negato a tutti, solo in pochi potevano e tra questi c'ero io. Ma anche nello spazio l'uomo è corrotto e  malvagio; una donna infatti teneva un'arma in mano, una specie di lama rossa. La donna voleva essere l'unica a vivere in quel posto, che non era affatto grande. Esplosione! Un'esplosione distruggeva la stanza bianca che fluttuava intorno alla Terra ed io e un uomo vestito da babbo natale schizzavamo via, e saremmo morti li nell'oblio dell'Universo, li tra le stelle.

Sogno 11 Gennaio anno 2014
Un amico si stava per sposare. Era molto emozionato. Io avevo comprato calamari e pesce(avevo speso una bella cifra)e volevo invitarlo a cena ma lui mi ricordava che l'indomani si sarebbe sposato e che poi sarebbe partito per il viaggio di nozze quindi rimandavamo la cena. Lo vedevo al matrimonio ma la sposa eri lui, ed era piuttosto in carne. Era vestito di bianco con un abito bruttarello, pareva una grande centrino da tavola. La parte più assurda arriva adesso. Durante una piccola festa a base di bevute e risate organizzata per lui appariva alla porta Gesù O_O . Io gli chiedevo che cosa avremmo dovuto fare per essere dei buoni "figli di Dio" e Gesù diceva di prendere esempio dal mio amici ovvero sposarsi per consacrare l'unione d'amore tra due persone.
Altro sogno: Ho sognato un bel diciottenne e cercavo di sedurlo!

Sogno 4 Gennaio anno 2013
Sognare di avere la capacità di comunicare col pensiero.
Nel sogno dicevo a Dario B.:"so leggere nel pensiero". Inizialmente non mi credevi ma ti invitato a fare una prova e quello che ho letto nella tua mente è stata la parola:"TU" ed io ho ripetuto ad alta voce:"TU". Sorpreso ti sei scoperto capace di fare altrettanto e abbiamo parlato. Le nostre labbra erano silenziose ma abbiamo parlato...E' stato un bel sogno.


Un sogno che risale a molti anni fa
Nonostante siano passati diversi anni(non ricordo quanti)questo è un sogno che riesco a ricordare molto bene.

Mi trovo da qualche parte in un grande campo. Intorno a me vedo solo un capannone in legno diroccato, forse abbandonato. In cielo vedo alcuni aerei che lasciano cadere al suolo delle bombe: c'è una guerra in corso.
Sono spaventata, fuggo e sono molto preoccupata per la sorte della mia famiglia che si trova nel campo con me. Vicino al capannone ci sono macerie. Macerie dappertutto. Il cielo è grigio, l'aria è colma di fumo e vedo molte bombe che cadono. Urlo alla mia famiglia che dobbiamo trovare un modo per andare via da li. 
Oltre me, ci sono: mia madre, mio padre, mia sorella e i suoi due figli piccoli e mio fratello. Dal cielo vedo cadere qualcosa. E' un'astronave, un veicolo venuto dallo spazio. Mentre cerca di atterra(all'interno non cè nessuno)succede qualcosa. L'astronave precipita. Riesco a salvare mia sorella spingendola verso un fossato. Quando ci rialziamo vediamo che tutti gli altri componenti della mia  famiglia sono morti schiacciati. Urlo e piango mentre guardo i cadaveri della mia famiglia sporca di sangue con il corpo lacerato. 

Mi sveglio. Sono turbata, bevo un bicchiere d'acqua e penso:"che finale orrendo".

Dormo...sogno di nuovo. E' tutto uguale. Il campo, il capannone diroccato, le bombe lanciate dagli aerei, la mia famiglia viva ed io che cerco tra le macerie qualcosa che possa tornarmi utile per la fuga.
Di nuovo l'astronave che cade dal cielo ma stavolta so che precipiterà e salvo la mia famiglia.
Non c'è posto per tutti e dico loro di andare senza di me. Obiettano ma io insisto e partono. Appena pochi metri dal suolo l'astronave perde la sua stabilità e precipita. Sono tutti morti. Vedo i loro corpi privi di vita.
Urlo, piango sono disperata.

Mi sveglio. Di nuovo. Sono sorpresa da questo sogni e cerco di comprenderne il significato.

Dormo...sogno di nuovo. Tutto daccapo.
Di nuovo salvo la mia famiglia. Evito che salgano sull'astronave. Mi aggiro tra le macerie. Vedo un agnello, un agnello bianco come la neve smarrito e immobile tra le macerie. Un elicottero militare atterra. Due soldati ci dicono che sono i soccorsi, ci invitano a salire. Corro verso l'elicottero, ma penso all'agnello. Torno indietro e prendo l'animale. Salgo sull'elicottero. Io e la mia famiglia siamo salvi. Non c'è molto spazio all'interno dell'elicottero e poggio l'agnello su una grata in metallo.
Mi riposo. Tiro un sospiro di sollievo. I due soldati stanno parlando tra loro e queste sono le parole che uno di loro dice all'altro:"questo elicottero ha una buona struttura, ma se qualcosa copre la grata allora ci schianteremo". Sgrano gli occhi, guardo l'agnello. Ho portato io quella creatura sull'elicottero, ho messo io l'agnello sulle grate. 
Spaventata penso:"ci stiamo schiantando...stiamo morendo".
Fine


Sogno 28 Dicembre anno 2013
Scenario post-apocalittico. Pianeta Terra. 
Siamo pochi i sopravvissuti ai cambiamenti avvenuti. Pochi uomini. I mari non sono più salati infatti ci riforniamo di acqua proprio li. Il suolo pare non avere più traccie di verde, solo terra e sabbia. Gli edifici, una volta abitati dagli esseri umani sono ora ridotti in pezzi inutili di pietra e mattoni. Vedo me e i miei compagni che corriamo veloci. Stiamo fuggendo. Siamo le prede di grandi scimmie. Scimmie alte almeno 15 metri. Portano un gilet viola e corrono veloci, ma fortunatamente anche noi lo siamo. Uno di noi di separa dal gruppo e fugge verso i vecchi edifici in rovina. Alcuni uomini sono alleati con le scimmie e vogliono che i pochi superstiti rimasti muoiano. Il mio compagno lancia un sacchetto di monete, alcune scimmie gradiscono il denaro ma non è così stavolta. La scimmia sta per afferrare l'uomo ma si blocca. Vedo che dietro la nuca del grande animale vi è una piccola chiave che serve a darle la ricarica(un pò come con i carillon). Una scimmia le si avvicina e le da la carica. L'uomo fugge. Io e i miei compagni riusciamo a salvarci saltando nelle nostre tane; buchi nel terreno. Noi viviamo sottoterra.
Sogno 27 Dicembre anno 2013
Pesci. Ho sognato che trovavo dei piccoli e colorati pesci in posti impensabili. Due li trovavo all'interno di due bottiglie di acqua, uno in un lavandino colmo d'acqua. E cercavo, cercavo un contenitore per salvarli, per tenerli. Mio padre. Nel sogno mio padre. A lui chiedevo di comprarmi un aquario ma rifiutava. A casa di qualcuno spiegavo la mia situazione e mi procuravano un contenitore in vetro(io stessa lo sceglievo).
Sogno 20 Dicembre anno 2013 
Nel sogno vado alla ricerca degli"Antichi", creature presenti fin dalla nascita dell'Universo o ancora prima.
Mi viene detto o forse lo so che si trovano ai confini del mondo, dove il mare si ferma. Arrivo a destinazione ma non vedo le creature. Percepisco la loro presenza ma non si mostrano a me. Poco distante vedo una piccola spiaggia. E' notte ed è illuminata dalla luna. So che gli "Antichi" si trovano oltre quella spiaggia e il mio viaggio quindi continua.
Sogno 16 Dicembre anno 2013
Mi trovo con alcune persone, è pomeriggio credo e stiamo aspettando il solito autobus. 
Ci fermiamo in uno strano posto, vedo dei carro-armarti, soldati, parecchia gente che si muove. Chiedo dove ci troviamo ed un amico mi dice che i militari hanno cambiato rotta.
Siamo prigionieri.
Ci danno da mangiare per cena ed io sono terrorizzata perché so che le donne verranno violentate, so che vivremo tutti quanti esperienze molto brutte. 
L'ufficiale a comando è interessato a me e chiede la mia compagnia.
Passiamo l'intero giorno insieme e io sono sempre terrorizzata. Sull'autobus c'erano anche dei bambini e chiedo di loro. L'ufficiale mi mostra una foto...sono stesi uno accanto all'altro con gli occhi chiusi; sono tutti morti. I bambini sono stati uccisi.
Chiedo di mia madre e lui risponde che l' hanno torturata. 
"Ho tolto a tua madre l'unica cosa che le serve per scappare" dice l'ufficiale.
"L'hai uccisa?" chiedo io.
"No"risponde lui"le abbiamo tagliato i piedi!" 


Sogno 10 Dicembre anno 2013
Nel sogno desidero possedere un oggetto. Un oggetto esposto in una gioielleria. Un anello! Chiedo alla commessa di mostrarmi l'anello e dirmi il prezzo. Lei lo prende e mi spiega che è un anello molto particolare perché a seguito all'anello vi è ha una struttura da posizionare sulla mano. Sul dorso della mano viene poggiato un elefante indiano. La statuina(quella in vetrina viola)questa che indosso bianca rappresenta un elefante indiano, è possibile che si tratti di Ganesha. E' ingombrante e non mi piace ma l'anello lo adoro. E' molto semplice, è circolare e su di esso ci sono due piccoli cubi(posizionati con le punte verso l'alto, come rombi)in ambra forse. Chiedo il prezzo ma non mi viene detto.
Sogno 7 Dicembre anno 2013
Che sogno stanotte! Mi sono svegliata con un gran mal di testa.
Mi trovo in un aula. Alcuni insegnanti hanno creato piccoli gruppi di studenti(4 o 5 persone massimo), ogni gruppo deve risolvere un test, una specie di indovinello e la risposta si trova in un disegno che ci hanno consegnato. Ad ogni gruppo danno 5 minuti di tempo(e non possiamo assolutamente portare nulla con noi, ne borse, ne fogli e penna, dobbiamo fare tutto a mente, senza alcuno aiuto)e sebbene io sappia che la risposta dell'indovinello ha a che fare con l'elemento dell'acqua non riesco a capire la soluzione. Quasi allo scadere del tempo, trovo un piccolo biglietto lasciato da Dario(è in un'altro gruppo)con su scritto:" Amore, all'interno della tua borsa ho nascosto la soluzione del test". Io vado a cercare all'interno della mia borsa, messa insieme alle altre in un angolo della stanza ma non trovo la soluzione del test...e comunque il tempo era scaduto. Il gruppo successivo entra e vedo che sono molto preparati, mentre mi allontano mi accorgo che avevo ragione, la soluzione si trova nell'elemento dell'acqua, disegnato sul foglio ma non ne comprendo bene i meccanismi.


Sogno 4 Dicembre anno 2013:
Mi trovo con altre persone, due amici forse. Alla TV trasmettono il tg e mostrano immagini di guerra in Medio Oriente. Dico ai presenti che se Papa Francesco dovesse dimettersi tornerebbe certamente in Argentina e noi faremmo bene a seguire il suo esempio, ovvero spostarci dall'altro lato della terra perchè di li a poco si scatenerebbe una guerra. Nel sogno menziono Nostradamus che aveva predetto una terza guerra mondiale con a capo l'Iraq. 

21 Novembre anno 2013
Stanotte ho sognato che il mondo stava morendo. Ed è così già adesso lo so, ma nel mio sogno non c'era più tempo, non c'era alcuna possibilità di salvezza.

Mancava poco, molto poco e tutto si sarebbe sgretolato! Stavo per assistere alla fine di tutto!
20 Novembre anno 2013 :Sogno.
Sei venuta nei miei sogni stanotte e di questo ti dico:"Grazie"...Grazie Pitina!
Sogno: Ero seduta sul divano di Dario(a casa sua). Su una sedia vedo Pitina. Sono spaventata poichè so che fisicamente non potrebbe essere li . Dario mi vede tremante e mi chiede il motivo. Io indico la sedia e dico quai balbettando:" C'è M. li, la vedi?" Lui risponde di non vedere nulla.
Allora M.(Pitina)scende dalla sedia e viene vicina a me. La accarezzo adesso perché lei vuole le coccole. Non ho più puara. Dario dice di intravedere una sagoma, poi finalmente anche lui la vede. E' contento Dario ed anche Pitina. Lei è con noi! Mara dice di sentire dei rumori , io le dico:" Certo c'è M. qui con noi" e lei è un pò diffidente e non vede nulla! Sebbene M. le vada vicino lei non la vede...
11 Novembre anno 2013: Sogno.
Nel sogno, in un epoca che ricorda il Medioevo degli uomini vogliono impadronirsi di un antico testo. Il guardiano di tale testo lo difende con la vita. Gli uomini che vogliono impossessarsene lo inseguono e lo trafiggono con una spada. Il guardiano però non muore subito. Nel sogno io so che  tempo addietro fu colpito da una "spada nera" ovvero da una spada impugnata da un entità non viva, non morta...una specie di entità che vive in mezzo. Questa ferita ha reso il guardiano incapace di perire subito, ma non è immortale. Gli uomini continuano a trafiggerlo e lui cade in terra morente chiedendo dell'acqua. Una persona(probabilmente un abitante del villaggio)vicino a lui corre a prendere dell'acqua. Quando torna trova il guardiano in terra privo di sensi e sospettando che sia morto cede al panico poiché sa che se l'ultimo desiderio di un uomo morente non viene esaudito allora questi si legherà alla persone perché non trova pace. Il guardiano non è morto però, così beve l 'acqua e poi muore.
Il leader degli uomini malvagi prende il testo antico in mano e si accorge che in una delle tavole illustrate al suo interno è rappresentata la torre del villaggio. Un edificio sacro nel quale veniva conservato il testo.
La tavola illustrata riporta un affresco nella parete delle torre che non è presente nell'edificio in pietra.
Nella tavola ci sono le istruzioni per poter trovare l'affresco. Due dei suoi uomini trovano l'affresco nella parete della torre e quello che vedono è la rappresentazione di una cane. Increduli scrostano il colore e sotto compare un'altro disegno. Tolgono anche questo secondo disegno ma compare qualcos'altro. Impauriti si allontanano. L'affresco nella torre è una specie di portale. Un accesso che permette di vedere ciò che esiste nella nostra realtà ma che non riusciamo a vedere. 
Così tutto diventa chiaro. 
Mi trovo in un bosco. Mi trovo vicina a due creature che sembrano un incrocio tra anatra(il volto)e umano, come le fattezze del corpo(braccia, busto, gambe)ma sembrano dei burattini di legno.
Una di loro ha i capelli biondi , forse ha nobili origini, l'altra è castana ed è un amica o una piccola dama di compagnia. 
Le creature sono molto grandi, lo capisco perché io sono molto piccola.
Le creature parlano la mia lingua . Io riesco a vedere loro ma non il contrario.
Un giorno le due creature sono stese sotto un grande albero e coperte(forse per  gioco, forse per coprirsi dal sole)da un telo di lino bianco. Io cammino vicino a loro e stavolta la creatura bionda mi vede, o meglio vede la mia sagoma. Solleva il telo e non vede nulla ma rimettendo il telo si. Lo dice alla sua amica che però non vede nulla, io mi sono già allontanata. La creatura bionda dice all'amica che è certa d'aver visto qualcosa o qualcuno e che glielo proverà. Si recano in una stanza ed io sempre incuriosita li seguo. All'interno di questa stanza chiusa ci sono tre talpe. Le talpe mi vedono e in qualche modo memorizzano la mia immagine nella loro mente. Pare che riescano a fare delle foto coi loro occhi. 
Io non capisco cosa succede né conosco il piano della creatura bionda.
Vedo che dagli occhi delle talpe cade una sostanza gelatinosa nera. La creatura bionda raccoglie questa sostanza e la ripone in un contenitore; appena questa è pronta diventa elastica. La creatura bionda la mette sul volto e la fa aderire agli occhi, in questo modo lei può vedere la mia realtà.
E mi vede.
Fine.
10 Novembre anno 2013: Nel sogno : invasione zombie a Venezia.

 7 Novembre anno 2013: 
Al mio risveglio stamattina ho ricordato d'aver sognato il mio animale guida e sebbene ancora adesso non riesca a ricordare con esattezza di quale animale si trattasse a sensazione posso dire che è :Il corvo. Animale interessante e affascinante il corvo ha differenti interpretazione in varie civiltà.




Animali e Alchimia :

Nelle opere alchemiche è molto facile imbattersi nell’uso degli animali come simboli. Un gruppo importante di questi sono gli uccelli. Essi dominano l’elemento aria, anello tra la realtà terrena e il regno dei cieli. Osservando il loro volo, gli alchimisti credettero di riconoscere quindi un legame tra il volo e l’animo dell’uomo, la cui vocazione è quella di tendere alla spiritualità.
Il simbolismo degli uccelli acquisì pertanto la funzione della mediazione tra il mondo fisico e quello spirituale, riflettendo ciò che l’animo umano tende a fare per raggiungere la propria perfezione. Da qui il parallelo con i processi del lavoro alchemico, trasposizione mistica delle fasi attraverso cui l’uomo avrebbe raggiunto la perfezione, ovvero, la riuscita dell’esperimento di tramutazione in oro dei metalli vili.
Nelle riproduzioni iconografiche come nei testi, la sequenza dell’uso degli uccelli corrispondeva alla sequenza delle operazioni svolte, nelle storte del laboratorio, dagli alchimisti, e iniziava con il Corvo seguito dal Cigno, dal Pavone, dal Pellicano per finire con la Fenice. Nell’incisione il Pavone è sostituito dal Dragone, inizio della fase centrale che si risolve con la purificazione dell’animo dominando gli aspetti negativi dello stesso concludendo nella completa bellezza e splendore, rappresentata dalla molteplicità dei colori della coda del Pavone.

I processi fisici degli alchimisti risultavano essere un ciclo che prendeva vita da uno stato di disfacimento della materia in putrefazione o nigredo, per passare ad uno stato di albedo o calcinazione, proseguendo attraverso una rapida iridescenza, una distillazione a ricadere o «circolazione» e una finale «sublimazione». Attorno alla struttura armillare della conoscenza alchemica, un anello diviso in cinque parti riporta le rappresentazioni di diversi animali. Partendo da sinistra guardando l’incisione ritroviamo il Corvo, il Cigno, il Dragone mercuriale o Basilisco, il Pellicano e la Fenice.
Il simbolismo del Corvo è sempre stato associato a qualcosa di negativo. Il nero del Corvo è il nero delle tenebre è il colore della morte. In Alchimia è l’inizio della Grande Opera, la prima fase attraverso la quale il cammino verso la trasmutazione iniziava. La materia prima veniva scaldata vigorosamente nell’uovo alchemico posto sull’athanor finché la materia, mediante il processo di putrefatio, si calcinava carbonizzandosi: nigredo. Quando la nigredo avveniva seguendo un processo di riscaldamento forte e veloce, l’operazione si diceva eseguita secondo la via secca e il simbolo impiegato negli scritti era il Corvo. In alternativa alla via secca esisteva quella definita umida in cui la materia, comunque, giungeva allo stato di putrefazione, ma in un tempo estremamente più lungo con un riscaldamento lento e una continua circolazione. In questo caso l’animale utilizzato per la metafora era il rospo. Un’altra allegoria per la rappresentazione di questa fase fu il Dragone Ouroboros, un consueto abitante dell’ampolla degli alchimisti. Il significato del dragone fu quello dello spirito che esala dalla terra quando la sostanza primigenia inizia a rilasciare le parti essenziali che poi si sublimeranno nell’alto dell’ampolla. La putrefazione culminava nella calcinazione, la cui corrispondenza era il Bianco Cigno.


IL CORVO NELLE VARIE CULTURE
In Cina, viene creduto un segno del Sole e la religione Mithraica lo considera un attributo del dio; Corax (Corvo) era colui che era ammesso al primo grado dell'organizzazione ecclesiale Mithraica.
Odino è sovrano dei corvi e a volte ne assumeva le fattezze.
Il dio nordico si valeva di due corvi come messaggeri: uno si chiamava Huggin (pensiero) e l’altro Muninn (memoria).
In genere quando questi animali sono legati alle vicende di Odino, vengono rappresentati come spiriti di protezione e i guerrieri credevano portassero fortuna.
In realtà in gran parte del Nord Europa il corvo porta sfortuna, in quanto si ciba di cadaveri. In particolar modo era ritenuto un essere spregevole perché si approfittava dei caduti nelle battaglie.
Mentre in Germania e in Irlanda il corvo è un animale di buon augurio per i navigatori.
Nella Genesi il corvo viene messo a paragone con la colomba. Noè lo inviò per primo fuori dall'arca ma il corvo non diede nessun segno, quando toccò alla colomba, questa tornò con il rametto di ulivo. Così che il corvo si prese la fama del portatore di cattive nuove in contrapposizione con la bianca colomba che aveva subito recato la notizia del prosciugamento delle terre!
Ma non vi sono solo accezioni negative nella Bibbia, infatti, sono i corvi che hanno portato il pane a san Paolo, a sant’Erasmo quando era in Libano, a san Severo all’isola del Tino e a sant’Antonio abate.
Ma è soprattutto nella mitologia degli indiani d’America che assume un ruolo di guida e di spirito protettore, di rappresentante della magia, colui che apre la strada a dimensioni non fisiche, spirituali ultraterrene e che appare nei sogni per spronare, scuotere, anche spaventare al fine di mutare una realtà statica e banale, per aprire all’ignoto al mistero, per confrontare il sognatore con il suo potere interiore.
Fonte:

http://lagrandedea.forumfree.it/?t=48419223
http://guide.supereva.it/sogni/interventi/2006/05/257331.shtml
http://www.duepassinelmistero.com/animali_e_alchimia.htm




Sogno 4 Novembre anno 2013
Stanotte ho sognato uno squalo bianco che aveva la capacità di teletrasportarsi. Arrivato a destinazione(presso un laboratorio)strisciava sul pavimento per raggiungere uno scienziato e morderlo.
Sogno 28 Ottobre anno 2013
Sono in una spiaggia. Dal cielo cadono uccelli, uccelli morti. Sono tanti, sono ovunque. Voglio andar via da quel cimitero di animali ma il mare mi trascina in acqua. Sebbene io provi a tornare a riva non riesco. Pare di camminare e nuotare in una melma viva che non mi lascia andar via. Ho paura. Ho terrore e penso a Dario( il mio compagno). Riesco ad afferrare un palo di legno, forse sono salva, forse...
Sogno 22 Ottobre anno 2013 
Guardo davanti a me, intorno a me. Colline e alberi e laghi. 

Guardo in alto. Il cielo pare uno specchio perché ciò che vedo sotto si riflette sopra.


Sogno 21 Ottobre anno 2013
In Mesopotamia tre cicloni distruggevano tutto. Tutto!


Sogno 20 Ottobre anno 2013
Nel mio sogno stanotte Jeremy Wade.
Mi trovo in un posto a me sconosciuto. Vedo una grande vasca, un acquario. All'interno una creatura, un pesce grandissimo con denti affilati. Jeremy Wade e un uomo(colui che ha pescato la creatura)parlano. Mi avvicino e chiedo a Jeremy se è stato pescato con una lenza di acciaio e lui risponde si. Ci accorgiamo che il pesce ha ingerito una donna, quindi io e Jeremy cerchiamo di sfilare l'amo dalla sua bocca per aiutare la donna ad uscire. Io e Jeremy ci incamminiamo. Sono innamorata di lui e cerco di sedurlo. Nel frattempo intorno a noi in città c'è una grande festa, mercatini luci e colori. Io mangio dei fagioli. Penso che vorrei ricambiati i miei sentimenti per avere una relazione fissa con lui. Continuando a camminare arriviamo ad una festa privata, e sebbene mi renda conto che Jeremy ricambia il mio amore scopro che la settimana successiva di deve sposare; è uno degli invitati, nonchè amico di Jeremy a dirmelo e mi invita a fare in modo che i due si lascino perché non approva la loro relazione. Appena scopro che è impegnato con una altra donna mi sento scossa e turbata e voglio andare via...
poi mi sveglio.
Sogno 13 Ottobre anno 2013
Esistono i giganti e i “piccoli”(così venivamo chiamati uomini dai giganti).
Mi trovo insieme ad una ragazza(un amica, una compagna di viaggio forse)ferma in strada. C’è un mercato intorno. Sul nostro carretto abbiamo degli alberi tagliati e appuntiti alle punte.
Passano velocemente un gruppo di giganti.
Io urlo:” Hey giganti volete degli alberi?”, uno di loro mi guarda e ride .
Scompaiono dentro l’enorme muro.
Sento una voce, uno dei giganti dice:”Contrattiamo? Li vendi?”
Io rispondo si e il gruppo di giganti torna indietro.
“In cambio di questi alberi vogliamo 3000 monete e uno dei vostri condor”dico io.(il condor era piccolo)
“Interessante offerta, permettimi di fare una controfferta.” Dice uno dei giganti.
In cambio degli alberi ti offro le monete e dell’olio di oliva.
Io assaggio l’olio, è molto buono.
Chiedo al gigante come mai non ci uccidono per appropriarsi dei nostri oggetti. Dico loro che essendo cosi grandi potrebbero prendersi ciò che vogliono.
Il gigante risponde che potrebbero uccidere tutti i ”piccoli” ma poi, resterebbero soltanto giganti e nessuno produrrebbe alcune cose che a loro servono come ad esempio gli alberi che usano come stuzzicadenti.
                                            
Sogno 12 Ottobre anno 2013
Ho sognato Paola Zema(un amica).


Ha un abito grande e decorato. Nel sogno è la guardiana della bilancia(la tiene in mano)che mantiene il fragile equilibrio tra passato presente.
Sogno 6 Ottobre anno 2013 
Una donna e Krishnamurti si trovano seduti su una piccola barca in legno e parlano. La donna confessa a Krisna J. il suo dolore e la sua incertezza per il presente e il futuro. Krisna J chiede :"quindi vedi poco bene in questo percorso?" e la donna risponde istintivamente:" è tutto buio!" La donna ha gli occhi lucidi. Ha sete e chiede un pò d'acqua porgendo un bicchiere di vetro; Krisna J. le dice che l'acqua di quel posto non può essere bevuta perché è sporca, inquinata. 
Krisna J. guarda la donna e dice(riprendendo la conversazione tra i due):"Non devi avere fretta!"
Sogno 30 Settembre anno 2013
Ho sognato che molte persone, alcune con marito e figlioletto si suicidavano gettandosi da un terrazzo posto su un alto palazzo. Tutti avevano abiti eleganti. Io inorridivo!
Sono 29 Settembre anno 2013
Pomeriggio. Sul divano di casa "Dario". Dormo. 
Sento un rumore provenire dalle scale, come se qualcosa stesse scendendo a fatica i gradini. Non ho il coraggio di guardare e voglio svegliarmi ma non ci riesco. Guardo Dario steso sul divano proprio davanti a me, voglio muovermi. Mi muovo. Voglio rotolare giù dal divano. Cado. Apro gli occhi, dormo ancora. Il rumore si avvicina. Ho paura. Apro gli occhi, vedo Dario sul divano proprio davanti a me che dorme. Cerco di parlare. Non riesco. Mi muovo e cado giù dal divano. Sono sveglia. Sono sveglia. Guardo verso le scale. Nulla!
Sogno 25 Settembre anno 2013
Sono all'Accademia di belle arti(a Palermo). La polizia costringe me, alunni e professori a restare chiusi nelle varie aule perché stanno cercando Berlusconi(O_O). Si odono voci e spari provenire dall'esterno, dai corridoi e piove, piove davvero tanto. Vedo Dalila(una mia cara amica)seduta su un divanetto in classe che si lamenta e piange. Mi avvicino a lei e dice che mentre stava guardando un film al pc un suo vecchio amico di nome Alfio per scherzo le da un pugno in viso e adesso le fa male l'occhio(quello destro). Le dico di mettersi un pò di pomata ma lei dice no. Poco dopo sentendo che ancora si lamenta dal dolore, mi avvicino e vedo che il suo occhio si sta sciogliendo, è tutto infiammato, le vene sono gonfie e sanguinanti. Le dico che dobbiamo immediatamente andare al pronto soccorso. Chiamo il 118 ma non risponde nessuno. Chiamo il 113 e la polizia è piuttosto indisposta nei miei confronti, vogliono che lasci la linea libera, dato che si sta effettuando una cattura nei confronti dell'ex presidente del consiglio(O_o). Chiedo se è possibile uscire per portare Dalila all'ospedale, e rispondo si. Chiedo ad alta voce chi è disposto ad accompagnarci ma nessuno parla. Un professore si fa avanti e andiamo. Pare che guidi una macchina ma in realtà è una barca. Fuori le strade sono completamente allagate. Arriviamo in ospedale, ringrazio il professore e io e la mia amica entriamo al pronto soccorso.
Fine
Sogno 17 Settembre anno 2013
Dormire un pò e sognare di svegliarmi ma accorgermi che non è reale, che sto ancora sognando. Tentare almeno una decina di volte e ancora non capire quando è reale. Poi finalmente e forse sono sveglia. Ma sarà vero adesso?
Nel sogno parlo della pittura seguendo la "tecnica del sogno". Vedo un dipinto realizzato da me, già terminato e incorniciato, eseguito appunto durante il sonno. In pratica si va a dormire con gli strumenti necessari per il disegno o la pittura e poi nel sonno si crea. Al risveglio si vede cosa è stato fatto. Nel dipinto io vedevo delle teste(la forma pareva di un alieno o forse di una fata, non so)che si incastravano fra loro. Erano dipinte con sfumature di blu e magenta.
Extra:
La parte divertente del sogno è che alla fine, dopo diversi tentativi riesco con grande sforzo a muovere il corpo e cado dal divano. Dario Balletta ride e viene da me.
Io dico:" Dario aiutami, non riesco a svegliare il mio corpo".
Lui m aiuta ma poi di nuovo, mi accorgo che è un sogno.
Mi rivedo immobile proprio sul divano.
Finalmente e forse sono sveglia e dico:"Dario aiutami sto cercando di svegliarmi".
Lui arriva,  mi metto seduta e dico:"Stavolta sono davvero sveglia?"e lui dice:"Si!"
Ed io rispondo:"Come faccio a sapere che è vero, dimostramelo" e lui:"Non riderei mai se tu cadessi dal divano".
Conclusione:
Come un ritornello stonato una domanda fa capolino nella mia mente:"Che cosa è la realtà?"
Sogno 12 Settembre anno 2013:
Mi trovo in un epoca passata, non saprei dire quale. Un uomo sta per essere giustiziato(impiccagione). Io so che è innocente e voglio salvarlo. Conosco un rimedio. Conosco la formula che ci permetterà di viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso il televisore.
La formula è la seguente. Mettersi davanti lo schermo della TV e recitare:"
"Tre, diciotto, ventidue. Numero quattro" e poi saltare verso lo schermo.
Io e il ragazzo proviamo ma qualcosa va storto e sebbene ci riproviamo non riusciamo ad andare via.
Il ragazzo viene catturato e giustiziato. Diversi giorni dopo ricordo che la formula era incompleta perché dopo aver recitato i numero avremmo dovuto accendere una sigaretta al contrario.
Altro sogno:
Vedo un uomo(con pantaloni bianchi e maglia bianca, come i pazienti di un ospedale)all'interno di una struttura, forse una scuola. Ha un'accetta in mano e ha fatto un vero e proprio massacro.Ha ucciso moltissime persone. Vedo arti in terra e sangue, tanto sangue. Le luci delle lampade a neon si accendono e spengono. Tutto e distrutto e l'uomo continua a inveire contro i corpi morti e già mutilati stesi in terra.
Una classe di bambini(credo asilo)sono stati uccisi e l'uomo si accorge che una bambina è sopravvissuta. La bambina si nasconde in classe ma l'uomo la trova e la uccide senza pietà. Nel suo delirio dice di essere la  "Pestilenza".
Sogno 8 Settembre anno 2013: 
Quando era più giovane tentò di baciarmi ma io rifiutai e scappai via. 
Diversi anni dopo: l'incontro. 
Io avevo dimenticato, lui no e mi chiede scusa per aver tentato di rubare un bacio. Adesso, non ho il coraggio di dirglielo ma sono io a desiderarlo.
Leggo nei suoi occhi lo stesso desiderio ma nessuno dei due parla. 
Altro sogno:
Sera. Sono in casa con la mia famiglia(la casa della mia infanzia). Vedo una luce bianca intensa fuori, come un lampo, dura pochi secondi. Io e alcuni membri della mia famiglia guardiamo fuori ma non c'è nulla di strano. Il mio vicino di casa mi avvisa che nel mio balcone c'è una piccola vipera e lui stesso la elimina. Entro in casa e vedo una moltitudine incredibile di vipere. Mio fratello si siede e con un iniezione le uccide una ad una, io cado in terra e cado proprio sopra le tante vipere. Ho il braccio leggermente arrossato, non so se mi hanno morso e nel dubbio mia mamma mi porta in ospedale.

Sogno 7 Settembre anno 2013: Io e Dario siamo in una casa(nel sogno era proprio la sua)pare vecchia e abbandonata. Con noi ci sono anche David e Anna. Loro non si fermavano a dormire li, e vanno via.
Scarafaggi in cucina. Ovunque. Scarafaggi che volano. Io ho paura-terrore e rimango fuori dalla cucina mentre Dario li uccide. La cosa interessante nel sogno è che corro in salotto e sul divano c'è un altro Dario che dorme. Vorrei svegliarlo per avere un aiuto  ma so che se i due si  incontrano si potrebbe creare un paradosso e così lo lascio dormire . Torno in cucina, vedo a terra i corpi degli scarafaggi morti. Vado in bagno ed anche li scarafaggi volanti. Scappo; mi inseguono. Sono ovunque, uno(o poco più)mi si attaccano addosso e Dario con uno strofinaccio schiaccia addosso a me l'insetto e spinge e spinge. Mi ritrovo contro il muro e piango e mi dimeno. Orrore!
Sogno 26 Agosto anno 2013: 
E' un sogno erotico e poetico, ricco di una bellezza quasi pittoresca. Vedo il corpo disteso di un ragazzo(non dirò chi, per rispetto alla privacy). Si trova adagiato su un letto coperto da una stoffa in velluto rosso porpora, lo sfondo è buio , il tutto probabilmente illuminato da una o più candele(che non vedo). Nonostante io sappia chi sia non vedo il volto, non vedo nulla a parte il suo petto villoso. Affondo le mani in quel corpo che trasuda piacere e tocco il suo petto. La bellezza del sogno sta nel fatto che più muovo le mie mani per arrivare al suo viso più il corpo si allunga, quasi come viaggiassimo in quella stanza senza tempo né spazio.

Sogno - Martedì 20 Agosto anno 2013 : 
Non capisco bene il significato, il motivo per cui alcuni uomini vengono privati della vita attraverso questo metodo. Non so se sia una tortura oppure un modo lento e quasi “poetico”di morire.


L’uomo(la vittima)viene denudato e fatto stendere su un tavolo di legno. Forse ha i polsi e le caviglie legati da una corda.
Sul corpo di questi viene adagiato una piccola gabbia in ferro(pare arrugginita)e al suo interno vi è un piccolo polpo. Sulla carne dell’uomo vengono fatte piccole incisioni e quando viene messa sulla ferita questa gabbia il polpo si nutre del sangue della vittima, quindi lentamente viene dissanguato fino a morire.
(Disegno realizzato da Sabina Meschisi e Dario Balletta)

Domenica 18 e Martedì  20 Agosto anno 2013
In entrambi i sogni Scarpe.
La prima volta che ho sognato le scarpe(ovvero Domenica 18 Agosto)non mi sono molto curata del sogno, ma dato che anche stanotte le ho sognate trascrivo qui ciò che ho letto in merito alle "scarpe".
Iniziamo col raccontare i sogni in questione.
Primo sogno:
Mi reco con le mie scarpe da tennis presso un piccolo negozio dell'usato(la proprietaria è una amica, Giusy M.). Mi servono dei soldi e così vendo le mie scarpe. Poco dopo però mi accorgo che sono a piedi nudi e sapendo che non mi sarei accontentata di un altro paio di scarpe riacquisto quelle appena vendute al prezzo di 10 euro(meno di quanto le ho vendute).
Secondo sogno: 
Devo comprare delle scarpe da tennis ma non trovo la misura, così poco dopo una ragazza mi regala un paio di tennis di marca.
Incuriosita dal fatto che per due volte ho sognato le scarpe ho fatto una ricerca sul dizionario dei simboli e ciò che ho trovato è quanto segue:
In Grecia e nell'antico Oriente così come in Africa settentrionale le scarpe riconducono alla terra. La scarpa è il simbolo del diritto alla proprietà.
Nella tradizione occidentale la scarpa rappresenta il viaggio in ogni direzione. E' il simbolo del viaggiatore. Se il viaggiatore viene separato dalle sue scarpe è bloccato nel cammino e attende dal cielo i mezzi per ripartire per una nuova tappa.
In Cina, la parola per scarpa si pronuncia come l'espressione: intesa reciproca. Così un paio di scarpe è il simbolo dell'armonia e della coppia e lo si offre come dono di nozze.

Sabato 17 Agosto anno 2013
Una grande Aquila(i colori proprio come quelli nella foto accanto)vola a bassa quota. Io alzo la testa e la vedo. E' grandissima e bellissima. Io ed altre persone in strada la guardiamo e restiamo affascinati quanto intimoriti nel vederla.
Venerdì 16 Agosto anno 2013
Mi trovo in una terra ormai distrutta e precipitata nel caos . La popolazione è formata da mutanti, io non possiedo un potere specifico, ho con me una piccola fata magica blu che mi aiuta e che sta spesso attaccata al mio polpaccio. Il mondo viene invaso da creature che sembrano zombie nell'aspetto ma sono molto differenti per il resto; corrono(sono molto veloci), pensano e parlano normalmente, inoltre uccidono brutalmente i mutanti.
Il capo di queste creature è presumibilmente un generale con un lungo cappotto nero.
Fuggendo perdo i miei compagni che si perdono oppure vengono uccisi. Io salvo una piccola bambina ma vengo braccata da un gruppo di  creature "zombie". Un mutante mi aiuta. Il suo potere consiste nel potersi trasformare in rettile. Il suo nascondiglio si trova sottoterra. Si infila in un buco e appena arriva giù trasforma le sue gambe in corpo di serpente e mi aiuta a scendere(la uso come fosse una corda). Durante la fuga mi imbatto in un luogo pieno di vetrate e guardando fuori mi accorgo che sono risalita in superficie. L'uomo rettile mi dice di stare immobile e accovacciata ma all'esterno le creature mi vedono e noi siamo costretti a fuggire, dinuovo. Io corro veloce e salto e il rettile mi segue(intanto le creature ci inseguono). Davanti alcune rocce l'uomo rettile si ferma e poggia le mani su di esse; concentrandosi queste si spostano e apre un varco per accedere nel sottosuolo. Lui si muove veloce e con facilità, io invece a fatica e chiedo:"dove stiamo andando?"e lui risponde di non saperlo. Mi manca l'aria, c'è polvere e ragnatele e poi mi sveglio.
Mercoledì 17 Luglio anno 2013
Mi trovo in una piccola città. Tutti qui si conoscono.
In questo luogo non c'è mai il sole. Il sole sorge solo per un paio di minuti(poi tramonta)e tutte le persone devono fuggire al chiuso e coprirsi affinché non vengano neppure sfiorati da un raggio di sole perché è letale; così caldo che potrebbe uccidere.
Venerdì 12 Luglio anno 2013
Sera. Mi trovo in strada con due persone. Passa Robert Downey Jr. Io lo guardo con gli occhi sbarrati perché sono sorpresa di vederlo li e perché lui mi piace molto. Lui guarda una delle mie amiche(una bionda con un rossetto rosso sulle labbra) ; le chiede di fare sesso con lui ma lei rifiuta. Io la guardo esterrefatta e dico:"come no?". Lui le dice che la può pagare e lei dice :"8" ed io dico:" 80?" e lei risponde:"800". Lui accetta e li vedo nudi che fanno sesso, anche se in un primo momento lui non riesce ad avere un erezione. Io vado via con altre persone in un oratorio.
Giovedì 11 Luglio anno 2013
Ho sognato una barbie che teneva in braccio suo figlio. La barbie madre era nuda con le mutandine bianche addosso. La barbie madre aveva entrambe le braccia amputate dal gomito in giù. Un terzo braccio sano gli usciva dalla spalla e serviva a tenere il bambino in braccio.
Martedì 1 Luglio anno 2013
Pomeriggio
Ero all'aperto con mia sorella.
Io e lei stiamo guardando  dei vestiti. Ci sono molti vestiti. Dalla strada vediamo passare un ex fidanzato di mia sorella e lei lo guarda con nostalgia. Il direttore di un hotel e un cameriere ci avvertono ogni volta che lo vedono passare. Poi accade qualcosa. Inizio a sentire la canzone "Buongiorno a te" cantata da Luciano Pavarotti e tutti iniziano a ballare e cantare e c'è tanta gioia e spensieratezza.
Tutti giocano con gli abiti, gente che li indossa, gente che li lancia in aria.
Un amico mi spinge con forza mentre io mi trovo su una specie di skateboard e a veloce mi sfracello(ma non mi faccio alcun male)sulla parete di un enorme scatola che contiene abiti. Io rido. Mi sveglio. Sto ancora ridendo fragorosamente.
Domenica 23 Giugno anno 2013
Sogno:
Mi trovo, insieme ad alcune persone(ragazzi della mia età attuale)in una scuola(forse abbandonata o comunque in stato di degrado).
Una donna(forse la nostra"maestra")porta me ed altre due persone(una ragazza e un ragazzo)in una stanza vuota. A terra ci sono tre oggetti, io ne ricordo due; un foglio di giornale e un cappello(credo un basco nero).
La"maestra"dice che dobbiamo defecare in uno di questi oggetti(scelti a nostro piacimento). Io scelgo il basco nero(che è in terra capovolto). Quello che dobbiamo fare è defecare. La"maestra" infatti dice che per chiedere un favore agli Dei o metterci in contatto con loro avremmo dovuto defecare. La ragazza vicino me si accuccia e defeca sul foglio di giornale. La"maestra"si complimenta con lei, perché le sue feci sono tante e solide. Io ci provo ma pur sforzandomi riesco solo a defecare in quantità minima, nello specifico uno soltanto ed anche piccolo. La"maestra"è delusa e mi incita a fare meglio.
Martedì 18 Giugno anno 2013
Io e un altra persona stiamo effettuando degli scavi archeologici presso una piramide(forse egizia). Non troviamo una via d'entrata visibile ai nostri occhi.
Togliamo della sabbia e della polvere depositatasi su una iscrizione.
Appena pulita l'iscrizione, leggiamo:" LA LUCE CAMMINA SULLA STELLA".
Non capiamo il significato di tale iscrizione ma dopo qualche minuto la luce del sole colpisce la parola "stella" e sentiamo aprirsi qualcosa. Una via di accesso. E andiamo.
Poi il sogno termina.
ALTRO SOGNO:
Il pianeta selvaggio
Esiste il popolo degli uomini e un popolo di piccole creature umanoidi blu con dimensioni diverse; ricordano molto i personaggi del film d'animazione del 1973, "Il pianeta selvaggio".
I piccoli uomini blu vengono sfruttati e usati dal popolo degli uomini per diversi scopi.
Nel sogno vedo alcune immagini. Una di queste creature viene utilizzata per far godere sessualmente una donna anziana(la donna è stesa sul letto sul fianco sinistro, vestita con una maglia bianca, uno scialle sulle spalle, una gonna, calze ai piedi e ciabatte). La piccola creatura blu viene avvicinata alla vagina della donna. Nel sogno vedo la sua vagina come una conchiglia(pare di plastica)che si apre e chiude. Il piccolo uomo blu viene introdotto all'interno della vagina e vedo la donna godere(mi ricorda in parte la storia di C. Bukowski" 6 pollici"). In un'altra scena vedo le piccole creature blu(molto piccole, sembrano bambini)messi uno accanto all'altro. Io so che non servono ad alcuno scopo e quindi vengono uccisi. La mano di un uomo bianco li brucia con la fiamma ossidrica.
Nel sogno io non vedo la fine di questa storia ma la conosco.
So che i piccoli uomini blu si ribelleranno ma verranno"schiacciati"dal popolo degli uomini e quindi distrutti.
Giovedì 13 Giugno anno 2013
Entravo in un negozio e mi dirigo nel reparto giocattoli per vedere e acquistare dei vestitini e accessori vari per le mie barbie. Non c'è nulla che mi piace, così riprendo le mie cose e vado via; voltandomi vedo Vincent Price(probabilmente capo commesso o direttore)che mi guarda con sospetto perché pensa che io stia rubando. Gli dico:"Signor Price, questi (e gli mostro le mie barbie e accessori) oggetti li ho portati da casa mia". Lui è ancora sospettoso e una commessa si avvicina dicendo che ciò che dico è vero. Lei stessa mi ha vista entrare con le barbie. Io vado via ma prima di uscire dal reparto mi volto da Vincent Price e dico qualcosa che ha a che fare con una barca, ma non ricordo bene cosa.
Giovedì 30 Maggio anno 2013
Notte. Cammino per strada con un paio di amiche, forse. Ai lati della strada ci sono degli alberi. Vedo un buco nella terra e una piccola graziosa creatura bianca, una specie di piccolo blob sta facendo rotolare qualcosa, pare un carciofo. E' il suo cibo. Mentre lo trasporta io lo guardo e chiedo ad un amica di fare una foto. Pian piano viene altra gente e adesso un numero imprecisato di persone fa fotografie e si spinge e parla: tutti per vedere quella deliziosa creatura.
Scappa, la creatura scappa e si ritrova in una stanza con le sembianze di bambina. Una bambina piccola, molto piccola non solo di età ma di dimensioni. E' silenziosa e disegna. G. mio nipote di 7 anni entra nella stanza e inizia a disegnare e solo con lui la bambina(che pare una fatina)si sente  a suo agio e inizia a parlare, e sorridere.
Sabato 25 Maggio anno 2013


Non ho dormito molto stanotte .
Credo di aver fatto un solo sogno(in mattinata):Un incubo!
Mi trovo insieme alla mia famiglia su una nave. Una strana malattia mortale sta uccidendo tutti.
Una specie di creatura che pare un arteria che cresce e si muove sulle pareti della nave, sui mobili, sul pavimento, su ogni cosa e si muove, si diffonde. Il tempo nel sogno pare andare lento.
I membri della mia famiglia sono infetti. Muoiono i bambini e poi mio padre e a breve sarebbe toccato a mia madre. Preoccupata per mio nipote G. inizio a piangere.
Nel sogno la malattia viene chiamata in dialetto siciliano"schippiuni"ovvero scorpione; mentre un amica mi dice che il suo vero nome è "La nona saracena".
Mi sveglio.
Ho male alla testa, mi rimetto a dormire un pò e sogno.
Sogno i sintomi di questa malattia: piaghe nel corpo, sangue e pus.
Una morte lenta e dolorosa attende chi ne è colpito. Ma scopro che se ci rinchiude da qualche parte per sempre evitando di stare all'esterno allora si può sopravvivere. Alcune persone decidono di restare"fuori"e muoiono lentamente e soffrendo ma liberi.
Giovedì 16 Maggio anno 2013
Ho sognato che gli Antichi si stavano risvegliando.
La città è allagata. Strade, case, tutto allagato.
Uno degli Antichi è una creatura molto grande che ad ogni movimento cambia forma.
Mentre fuggo vedo un'uomo che si è sparato. Sembra un mimo. Ha le mani irrigidite e la bocca spalancata mentre sta seduto su una sedia in legno.
Mercoledì 15 Maggio anno 2013
Sogno di avere un fidanzato. Io e lui abbiamo gravi difficoltà economiche così decido di partecipare ad un film porno(nascondendo il tutto al mio compagno perché so che non approverebbe). Dopo qualche scena hard(orgie)decido di ritirami ma questa decisione non viene bene accolta dagli altri. Fuggo. Mi ritrovo in una scuola e qualcuno mi spara con un fucile a pallettoni. Mi colpisce allo stomaco e cado in terra con un buco nella pancia e tanto sangue. Arrivano i medici. Da questo momento in poi non faccio altro che chiamare"mamma"in continuazione."Chiamate mia mamma"dico"voglio mia mamma"e poi ancora "mamma" e " mamma". Vago per i corridori mentre perdo sangue e i medici mi dicono che debbo mettermi sulla barella, che devono portarmi via per essere operata ed io ancora chiamo"mamma".
Giovedì 9 Maggio anno 2013
Due sogni.
Il primo: Zombie, alieni verdi e gelatinosi uccisi da un padre e un figlio nero.
Secondo: Una donna nera giovane vive in un piccola casa, direi più una casapecchia.
La donna ha un dono(quello di parlare coi defunti forse o avere delle visioni, o forse entrambi non so, non era del tutto chiaro, un dono comunque che usa a richiesta); per ottenere questo dono aveva dovuto togliere tutti i suoi denti e iniettarsi della droga  al braccio ogni volta che svolgeva una seduta.
La chiamano "La guardiana".
Io e un poliziotto italiano(nel sogno Morgan Freeman)andiamo in casa sua(forse la conosciamo, comunque facciamo solo un giro di curiosità)e girovagando entriamo in una piccola stanza, forse uno sgabuzzino usato dalla donna per gli incontri con i clienti.
Troviamo una donna di mezza età che si era suicidata(nel sogno aveva il volto di Kathy Bates).
La vedo seduta su una sedia con la schiena appoggiata alla parete, ha gli occhi aperti ed è vestita di nero. Alla parete un foglio con un messaggio, lasciato dalla donna prima di morire alla "Guardiana"(la donna di colore).
La scritta dice:"Adesso(nome della donna di colore, che non ricordo)sarò io la tua Guardiana(nel sogno capisco che è in tono minaccioso).
La donna si è suicidata togliendosi tutti i denti.
La donna nera è spaventata e pensa che l'anima della donna suicida è rimasta davvero in casa sua.
Fine
Mercoledì 8 Maggio anno 2013
Sogno: Cammino e trovo un borsellino pieno di monete. Al suo interno una fiala di vino rosso e un rubinetto(che ha la forma di una gruccetta). Su un foglio leggo che il rubinetto è in grado di rompere il ghiaccio e resistere al caldo.
Lunedì 6 Maggio anno 2013
Mi reco con Dario in un luogo. Una piccola stradina circondata da palazzi. Tutto è silenzioso. Sono certa d'aver visto qualcosa o qualcuno, ecco perché ho portato con me Dario e una ragazzina.
Dopo molto silenzio la ragazza vestita con un abitino bianco(pare una camicia da notte)inizia a giocare con alcuni dei giocattoli che sono in terra. Prende un camioncino e lo spinge con la mano per farlo andare veloce. Finalmente si muove qualcosa. Persone. Donne e uomini e bambini. Sono defunti e non possono andare via. La ragazzina che è con noi inizia a correre, a piedi scalzi, e saltella mentre dice:"siete liberi, andate!Siete liberi, andate". E tutti i defunti sono felici e ci spiegano che erano costretti a restare in quel luogo finché qualcuno non li avrebbe liberati. Ci mostrano degli alberi(senza alcuna foglia)e dicono che loro sono come quegli alberi , immobili. Quando felici vanno via li vedo trasformarsi in aironi . Uno passeggia sulle rive del mare, uno vola in cielo.
Domenica 5 Maggio anno 2013
Incontro in un bosco due creature(dalle fattezze umane ma che nel sogno forse erano Elfi)coi piedi scalzi e abiti verdi e marrone e mi dicono che quando qualcuno muore la sua essenza si dissolve nell'aria e taluni diventano vita nella natura che ci circonda. Dal piccolo filo d'erba al fiore che sboccia e così via. La sensazione di pace e benessere che quelle creature leggiadre mi infondono mi piace molto.
Sabato 4 Maggio anno 2013
Ho fatto tanti sogni. Ricordo solo frammenti.
Ricordo di trovarmi in un tempo imprecisato, credo medioevo.
Cerco del ferro, perché il mio cavallo mangia solo quello e cerco soprattutto un proiettile che il Re ha sepolto nel suo giardino. Lo trovo sotto una rosa e dopo diversi inseguimenti riesco a darlo al mio cavallo.
-Bacio sulle labbra Peter Hayden Dinklage nei panni di Tyrion Lannister ma ero sua sorella quindi peccavo di incesto.
-Punivo un uomo che sta a corte(forse il mago)e prima di infliggere le torture mio nipote G. viene e noi diciamo all'uomo:"dovresti ringraziare tua madre della vita precedente e anche quella di adesso, per oggi ti rilasciamo dato che è intervenuto il bambino".
-Una candela si scioglie e la cera crea una tazza. Ci sono diverse figure su questa tazza che io modello con le dita e una delle figure era il mio volto. Occhi grandi e neri che colano.
-Io e una persona ci baciamo e dobbiamo farlo di nascosto perché c'è gente nell'altra stanza. Poi vedo la porta  tolta dai cardini ed io la sistemo in continuazione per evitare che ci vedano.
Lunedì 29 Aprile anno 2013
Bevo molto vino rosso e mi piace. Qualcuno mi da un contenitore in vetro con dentro una polvere blu e mi dicoe che questa essenza è contenuta nel vino.
Sabato e Domenica 27 e 28 Aprile anno 2013
Sono due notti che sogno qualcosa che ha a che fare con mio padre.
In uno dei due sogni c'è il cimitero dove è sepolto mio padre.
Nella realtà è un posto pulito , non troppo grande e ben curato. Pieno di piante e fiori e bellissimi cipressi. Nel sogno questo posto viene trasformato . Le tombe vengono tolte e al posto di esse vengono messi dei quadrati di pietra con il nome e la data incisa del defunto. Le tombe sono messe tutte vicine. Una moltitudine di quadrati grigi e freddi senza una sola sfumatura di colore. Nel sogno li chiamo "lager".
Nel sogno la persona che effettuava tali cambiamenti é un amico.
Venerdì 26 Aprile anno 2013
Ho sognato così tanta gente. Mi trovo all'Università. Dio quanto è grande e quante persone. Riesco a camminare a stento. Parevamo sardine. Vedo delle scale, tipo quelle disegnate da Escher. Un ragazzo arabo che si innamora di me mi parla ma la sua lingua io non la capisco. La sorella mi raggiunge, parla italiano e mi racconta che suo fratello è un principe e che ciò che lo ha colpito di me è stato il mio sguardo. Continuiamo a camminare lentamente mentre vengo quasi schiacciata da quel numero esagerato di persone. Ci fermiamo, stanno distribuendo medicinali, tovaglioli e altro. Dico alla ragazza che non sono interessata a suo fratello e lei si arrabbia. Continuo a camminare.
Mercoledì 24 Aprile anno 2013 
Molti sogni . Ognuno di questi ha una storia ben precisa che io non ricordo.
Rammento gli armadietti di una scuola che riempivano in larghezza e in altezza un intera parete. Da alcuni di questi armadietti esce del fumo ed io so che all'interno ci sono uova di Alien. Poi sono su un autobus con altre persone, non molte. Devo raggiungere un posto, ma l'unico modo per arrivarci è con un elicottero. Scopro che si tratta di un isola. Il prezzo del mezzo di trasporto è troppo caro per me così rimango a metà tragitto. Flirto con un uomo, ci piacciamo molto. E poi l'ultima cosa che ricordo è che in questo posto c'è una grande festa. E' sera, ci sono bancarelle, luci e colori e musica. Da un audiocassetta sento Lucifero che parlava e cita "Doc" del film  "Ritorno al futuro" .Vedo semi di zucca colorati ma sono in stoffa. L'uomo viene a conoscenza del fatto che io sono fidanzata e si ingelosisce e arrabbia molto ma poi, facciamo pace.
Fine
Lunedì 22 Aprile anno 2013
Ho fatto molti sogni stanotte e sono tutti un pò confusi nella mia mente adesso, ma uno in particolare lo ricordo bene. Mio nipote(che ha 15 anni)mi consegna una lettera dopo che finiamo una partita con un gioco da tavola(forse Cluedo). Leggo la lettera. Lui mi chiede di non partire, dice di volermi bene e che quando io sono a casa sua tutto si illuminava. Mi commuovo. Piango e lo abbraccio ma non dico nulla. I miei occhi parlano. Fine
Lunedì 15 aprile anno 2013
Ricordo che in luogo(non so dove)era vietata la caccia ai conigli. Ma qualcuno uccide dei conigli. Cammino con alcune persone, tra questi il sindaco e forse un paio di agenti di polizia. Cerchiamo il colpevole. Vogliono gettare via il corpo dell'animale defunto ma io suggerisco di darlo a qualche comunità o orfanotrofio per cibarsene dato che ormai è morto. Viene trovato il colpevole ma questi si limita a scusarsi e dare due pacchi sigarette al sindaco per scusarsi.
In un secondo sogno una madre picchia ferocemente la figlia piccola. Io salvo la bambina e la tengo con me ma la madre torna a prenderla. Le do una possibilità ma presa dalla rabbia per quanto era accaduto si accanisce contro la piccola. Stavolta tengo con me la bimba e dato che lei è una minaccia e vuole portarla via con se, la spingo e finisce in un fiume(?). L'acqua era sporca e lei scivola via, portata lontano dalla corrente.
Pomeriggio
Ho sognato un antica civiltà e titani cattivi.
Mercoledì 10 Aprile anno 2013
Ho sognato che mi parlavano di alcuni bambini.
Venivano chiamati "Bambini delle armi"o"Bambini Gisa"altro non so...
Domenica 7 Aprile anno 2013
Nel mio sogno incontro due attori del film "I bambini di Cold rock"esattamente Jessica Biel(nel film Julia, l'infermiera)e il marito di lei. Mi dicono che il regista era intenzionato a far durare il film un'ora e mezza togliendo la scena finale, dopo il rapimento della bambina(la bambina che non parla). Gli dico che  la parte finale è quello che conferisce interesse al film. In tutto questo io e lui ci piacciamo e cerchiamo di appartarci per star insieme ma veniamo ripetutamente interrotti da alcuni membri della mia famiglia.
Martedì 2 Aprile anno 2013:
Nel sogno dovevo tornare a casa(mi trovavo nella città di Palermo)e ci non riuscivo. L'autobus non passava, sbagliavo fermata e/o strada. Enormi carri da "festa"con pupazzi e colori passano per le strade della città mentre non c'è nessuno. Dentro le acque di un lungo e torbido fiume dei sub si esibiscono. Finalmente prendo un autobus e mi siedo. Vedo il mare fuori dal finestrino e molti turisti. E vedo del granito rosso che viene abbattuto. Quello che maggiormente mi colpisce del sogno è che guardo l'orario e il tempo scorre al contrario, così anche la data. Il mio orologio segna il 4 Aprile delle 20:22 circa. Penso che il mio orologio sia rotto ma una ragazza seduta dietro me manifesta il suo stupore perché anche lei si accorge di questa stranezza guardando il suo orologio. E' sera, sul bus tutti cominciamo a chiederci che cosa sta accadendo. Alcune donne(tutte coperte col velo)scappano perché hanno paura e alcuni di noi(italiani credo)le corrono dietro per riportarle sul bus e rassicurarle. Degli uomini(musulmani forse)si adirano parecchio per il solo fatto che degli uomini abbiano seguito le donna coperte. Io dico qualcosa. L'autista, un uomo coi capelli neri e grandi baffi neri inizia a ridere; una risata che non riesce a far tacere. Lo guardo stupita.
Fine
Lunedì 25 Marzo anno 2013:  
Vedo piccoli uccelli moribondi in strada e da alcuni di essi vedo un fumo bianco che esce dai loro corpi. E' la vita che va via.  Li vedo spirare. Ed io sono triste.   
     
Sabato 23 Marzo anno 3013

Sogno di essere con Dalila(una mia cara amica). Insieme camminiamo e parliamo. Io vedo dei pullman blu distrutti e arrugginiti lasciati in strada, pare sia successo qualcosa anni addietro. In casa poi vedo su un tavolo due vasetti con dentro un fiore(sembrano margherite colorate). Sono chiamate"Piante simpatiche"perchè si muovono e se ci si avvina loro ti abbracciano e pare che sorridano.
Nota extra(Dario Balletta sogna che io sono un mostro, tipo Gozzilla che cammina su carne umana, uccisi schiacciati al mio passaggio).

Venerdì 22 marzo anno 2013 
Un frammento del primo sogno: Un cuore umano. Un piccolo cuore che portavo con me. Una donna lo prende, lo mette su un piattino con acqua e attraverso dei fili elettrici lo fa pulsare. Il cuore emette dei suoni e piange e soffre. Io lo prendo e lo tengo con me.
Sogno:
Attraverso alcune informazioni che pochi, pochissimi conoscono riesco ad accedere insieme ad alcune persone(Mara, Rossella, Noemi, Luigi, Dario)in posti nel mondo non conosciuti ai più. Nel sogno  vivevamo nella zona esterna del pianeta, ma scopro che c'é vita anche nella zona interna del pianeta.
Per arrivare al "mondo interno" facciamo molte scale. E saliamo.
Apriamo una porta. C'è un altra porta piena di gatti stesi. Appaiono strani, sono magri e allungati e sono nervosi. E' evidente che abbiamo disturbato il loro riposo. Allontano un gatto steso sulla maniglia della porta. Apro. Siamo dentro. Siamo nel "Mondo interno". Tutto è pulito. Ci sono negozi, c'è gente che cammina. Tutto pare che funzioni come nel "Mondo esterno". Uno di noi entra in un lago e cammina. Sotto l'acqua(non visibili a non attenti osservatori)ci sono dei grandini e ed è possibile spostarsi seguendo essi. Ci immergiamo, camminando. Arriviamo in un altra strada. Entriamo in un negozio, ordiniamo da mangiare.

Mi portano qualcosa(un frutto o un ortaggio).La forma è di una mela. La buccia rossa, lucida. L'interno però pare un finocchio bollito. Ad ogni morso che do alla mela esce molto sangue. Guardo le mani ed sono piene di sangue. Ma nessuno dice nulla. E' qualcosa di normale per questo cibo. Non so per quale motivo, ricordo però che mi trovo in un altra strada. C'è tanta gente che cammina per le strade. Per spostarci da una strada all'altra ci danno dei palloncini molto grandi e colorati. Se vengono gonfiati ci portano verso l'alto e più gonfiamo più in alto andiamo. Ricordo che alla sera facciamo il bagno in uno grande lago o stagno e tante anatre che volano. Ricordo anche una salita. Dall'alto arrivava acqua e sapone che non ci da la possibilità di continuare a salire. Scivoliamo giù(io e Luigi)e arrivati giù Luigi mi suggerisce di saltare da un ponte; sotto c'è un canale. Informandomi con la gente del posto mi viene detto che a differenza nostra loro conoscono l'esistenza del "mondo esterno". Mi dicono che non esiste nulla di nocivo. Fumo, alcolici droghe, prostituzione. Non esiste legge nè quindi i suoi funzionari.
Vivono in pace.
Martedì 19 Marzo anno 2013
Sogno:
Il mondo è invaso dagli zombie. E' notte, io e Dario corriamo nelle strade della città. Mentre fuggiamo vediamo Dalila(amica)seduta a terra che prendeva fiato. Due tizi, un ragazzo e una ragazza che stanno nel nostro gruppo sono completamente pazzi e quando per fortuna  non veniamo attaccati da zombie già da qualche giorno, loro(proprio perché sono folli)aprono le porte della casa in cui ci nascondiamo per far entrare gli zombie e creare un pò di movimento. Nel sogno c'è anche Michonne(personaggio di The walking dead)che si prende cura di un bambino nero. Il bambino ha perduto il padre, infatti adesso è uno zombie. Il bambino vuole diventare uno zombie per stare col padre ma ogni volta che gli si avvicina non viene morso. Il bambino di notte scavalca un cancello per provare nuovamente ade essere morso(ma lo vuole solo dal padre)entra in una piccola casa di legno piena di zombie. Il bambino esce incolume correndo e urlando disperato:"Perché, perché non vuoi mordermi!"Michonne lo prende e corrono via. Michonne viene catturata da un ragazzo(vivo)completamente pazzo. Lui la vuole eliminare. Michonne viene intrappolata in una membrana schifosa creata dal ragazzo e fissata al muro. Lei urla al bambino di darle la sua Katana. Dario si avvicina a lei e mentre il ragazzo pazzo parla con un amico Michonne e Dario escogitano un piano.
Il ragazzo pazzo finisce di parlare con l'amico e va da Michonne. La trova in una camera da letto e lei lo seduce. Dario benda sia Michonne che il ragazzo e Michonne morde una mela e lo stesso fa il ragazzo. Michonne comincia a star male e il ragazzo si scioglie lentamente. Nel sogno io mi chiedo:"Che razza di piano è?" Loro muoiono ed io e Dario tristi per la perdita fuggiamo via.
Lunedì 18 Marzo anno 2013 
Ho fatto diversi sogni stanotte ma ne racconterò uno oggi.
Mi trovo in un tempo e un luogo imprecisato ma da quello che vedo intorno a me devo essere nel Medioevo ed sono in un luogo all'aperto. Mi trovo con altre persone e dobbiamo assolutamente proteggere un oggetto(ma non so cosa). Appaiono delle figure, delle sagome che un tempo erano forse umani.
Io li vedo con una lunga veste e cappuccio trasparenti e vogliono rubare l'oggetto che proteggiamo. Loro sono circa quattro, forse cinque. Li avvisto perché sono di guardia mentre i miei compagni(?)dormono. Urlo appena li vedo e sveglio tutti. Non posso combattere contro fantasmi così urlo e dico loro:"Rivelatemi a me!Rivelatevi adesso!"e compaiono delle figure vestite di nero con pelli di animali addosso e disegni sul volto. Combatto, mi feriscono; mi pugnalano al fianco ma loro scappano via, si dissolvono nel fuoco. L'oggetto(qualunque esso sia)è salvo. Io vengo curata e rimango in vita.
Domenica 17 Marzo anno 2013
Stanotte ho fatto diversi sogni ma alcuni elementi sono rimasti impressi nella mia mente.
1) E' notte , una piccola sfera in metallo cade a gran velocità dal cielo. Cade su un prato. Io la raccolgo. Mi accorgo che se ruoto entrambe le estremità(una verso l'alto e l'altra verso il basso)si attiva una musica, come quella dei carillon. Devo nasconderla, è magica.


2)Una piccola sfera di metallo lanciata da qualcuno, entra in casa di una ragazzo(amante dei giochi da tavola e di ruolo)e colpisce a gran velocità una sfera di carta. Il ragazzo è molto triste per la perdita di quella sfera rara.



Sabato 16 Marzo anno 2013
Ricordo due cose in particolare dei sogni fatti stanotte. Due eventi disastrosi che avvenivano a Palermo. Il primo : "due bombe esplodevano e distruggevano abitazioni e causavano feriti e morti". Il secondo avvenimento disastroso era: " una lunga scia di fuoco si propagava per le montagne e si muoveva a gran velocità fino a raggiungere le città". Poi non ricordo altro.
Giovedì 14 Marzo anno 2013 
Stanotte ho sognato che una banda di ladri composta da due o tre uomini(uno di loro era Norman Reedus, cioè aveva la sua fisionomia)e forse un paio di donne mi rapiva perché come diremmo noi del sud, mi trovavo nel posto sbagliato al momento sbagliato; avevo insomma visto le loro facce durante una rapina in casa d'altri. Così mi rapiscono e mi obbligano a girovagare con loro. Entriamo in un grande appartamento all'interno di un  condominio e loro si dividono per cercare in più stanze possibili oggetti da rubare. Io rimango in una stanza e comincio ad aprire cassetti per cercare anche io. Quello che vedo sono sciarpe, documenti, vestaglie, tutto mi fa pensare che sia l'abitazione di un uomo anziano. Uno di loro entra in stanza e mi vede mentre cerco della roba e capisce che ormai sono diventata una di loro. Andiamo via e una ragazzina coi vede così Norman da l'ordine di abbattere la porta entrare in casa e ucciderla perché ci ha visti(lei a differenza mia non è stata risparmiata). Siamo fuori e mentre camminiamo io mi avvicino al capo(Norman Reedus)e gli chiedo che cosa avessero fatto se fossi rimasta indietro e se mi fossi persa tra la gente e lui ha risposto che sarebbero andati via, che ognuno pensa per se. Ci rimango male e poco dopo effettivamente ci troviamo in un mercato e mi perdo. Vengo catturata e rinchiusa in una struttura per malati di mente ma lui "Norman alias Daryl alias "Ladro"viene a prendermi. Entra in clinica e siccome è innamorato di me ha deciso di cercarmi e salvarmi.
Martedì 12 Marzo anno 2013
Sogno:
Un uomo, direttore di qualche azienda si reca presso il posto di lavoro, lì trova delle persone che lo aspettano, forse per un colloquio, forse sono suoi dipendenti. Insieme guardano dei video al pc. Trovano per caso una specie di documentario e vedono le torture che subiscono gli scimpanzé; uno si trova steso su una barella e gli viene reciso l'orecchio , un altro si trova steso e vedo la punta di un trapano in movimento che si dirige verso l'interno del suo orecchio. E' terribile. Il direttore si alza e dice:"dobbiamo assolutamente andare da questi individui e dargli una bella lezione!"Uno di loro chiede a chi si riferisce e un altro risponde che forse il direttore allude a colui o coloro che hanno messo il video in rete."No!"dice il direttore"io mi riferisco a quelli che fanno le torture a questi animali"e così si avviano. E partono e viaggiano per cercare il/i colpevoli.
In un altra scena vedo dei ragazzini, uno di questi vive sempre in casa perché ha una qualche malattia che gli impedisce di avere un buon sistema immunitario. Il bambino vive in casa con sua mamma e papà e circa quattro o cinque fratelli maschi adulti che si prendono tutti cura di lui. Il bambino fugge perché il suo unico desiderio è vivere una vita normale, giocando con gli altri bambini fuori casa. Appena in famiglia di accorgono che il bambino manca tutti si mettono a cercarlo molto preoccupati per lui. E' notte. Tutti corrono per trovarlo. Il bambino si trova fuori casa, quando lo trovano il padre gli dice che farlo stare in casa è per il suo bene e che gli avrebbe dato la sua camera da letto che è più spaziosa. Nel sogno io propongo alla famiglia di fargli indossare una tuta, compreso un casco per permettere al bambino di uscire di casa, loro sembrano entusiasti ma presto avviene qualcosa di ancora più bello. Il bambino può stare fuori casa senza avere conseguenze. La famiglia infatti telefona alla dottoressa che lo ha in cura dicendole quanto hanno scoperto e che è un incompetente e che non rivedrà mai più il piccolo. Il bambino è finalmente libero di giocare fuori casa.

Domenica 10 Marzo anno 2013 
Sogno:
Bevo vin brulè, ne lascio un bicchiere a tavola per un momento e mia madre lo getta via. Io mi adiro moltissimo e poi la obbligo a ricomprarmelo. Nel catalogo ci stava un offerta"due bottiglie di vin brulè" a € 3.98. 
Ho sognato che un ragazzo mi desiderava, gli piacevo molto ed era gentile con me, gli dicevo che se avesse indovinato la mia età gli avrei dato un bacetto. Scrive su un minuscolo pezzo di carta dei segni(vedi disegno accanto).Io non so leggerli, mi spiega che le linee verticali indicano gli anni(sono dieci)le linee in diagonale corte indicano altri dieci anni, la linea lunga in diagonale è un anno in più, quindi il ragazzo indovina la mia età.
Mercoledì 6 Marzo anno 2013 
Ho sognato me che guardavo un un film porno.
Quello che vedo:"Una donna e due uomini su una moto viaggiano, corrono velocemente(è la donna che guida).
Lei si lamenta perché le hanno dato della troia(colpa del film di ieri sera"Assassini nati")uno degli uomini la consola e poi le dice:"Vieni qui baby!"ed escono la lingua per baciarsi ed è lunghissima.
Poi lui eccitato sfibbia i pantaloni e il pene si allunga e pare un fungo.

Ho sognato che viaggiavo in una località di mare, io nominavo il nome del posto e ricordo che più o meno era così:"Tululu"che potrebbe ricordare(mi è stato suggerito)Chtulhu. L'acqua del posto era bellissima, limpida e fresca. Mi ritrovavo poi in una stanza piena d'acqua ed io mi arrampicavo sul davanzale di una finestra perché in acqua c'erano delle strane creature. Un pesce che teneva in bocca un biberon che a sua volta era attaccato ad un pesce e così via(come nel film Centipede)c'era anche una creatura che pareva un maiale. Io gli lanciavo addosso delle cose per farli andare via. Arrivava uno squalo; io combattevo per sopravvivere, mi gettavo sul letto ricoperto di acqua e cercavo con la mano destra(la sinistra era nelle sua bocca anche se non riusciva a ferirmi seriamente)di aprire la sua pancia, ma non ci riuscivo. Non avevo nulla con me per ferirlo e pensavo che avrei tanto voluto avere addosso una delle matite colorate che uso solitamente per teneri su i capelli.  
Ho sognato che avevo molte, moltissime collane di plastica. Ho sognato che il mio papà mi dava dei soldi(lire però).
Lunedì 4 Marzo anno 2013  
Ah! Ho fatto proprio tanti sogni stanotte. Mi limito a raccontarne uno, il più breve , il più bello. Il mio bambino Giody(mio nipote di sette anni)prendeva per mano me e un altra ragazza e volando ci faceva vedere l'universo. Era Bellissimo.

Domenica 3 Marzo anno 2013
Nel sogno io raccontavo a qualcuno la trama di un film che davano al cinema.
"Un uomo(vestito con la tuta spaziale)si lancia con un paracadute da un piccolo aereo(non so bene il motivo)lui ha paura(forse non lo sa pilotare o forse a bordo ci sono dei nemici)comunque lui non sa manovrare il paracadute e così si lascia cadere. Poi dall'alto vede che si stava dirigendo verso un enorme e profonda voragine(un buco nero)sito in mezzo alla giungla(?). Ne ha terrore ma non può fare altro che andare giù. All'interno ci sono enormi membrane(grandi come palazzi e più). Somigliavano a dei polmoni; sono rosee con delle specie di arterie. E' vivo e sono moltissime. Tutte le membrane sono attaccate alle pareti rocciose della voragine. L'uomo arriva a terra, ed è così piccolo in mezzo a quelle creature". 
Poi non ricordo altro.
Mercoledì 27 Febbraio anno 2013
Io e Daryl(lui era un pò timido e imbranato)stavamo insieme. Ci conoscevamo, ci frequentavamo e poi ci baciavamp e allora si, eravamo una coppia 
Lunedì 25 Febbraio anno 2013 
Incubi
E' già la seconda notte consecutiva che le capitava.
Di nuovo, ancora.
"Basta"dice tra lacrime"perché sogno queste cose orribili?"
Piange la ragazza, piange singhiozzando non appena riesce a fuggire da quegli orribili sogni. Mostri, alieni, sangue, morti, nulla era minimamente paragonabile a quello che aveva sognato per ben due volte. Una notte dietro l'altra.
I personaggi sono diversi(anche se entrambi  molto vicino a lei)ma quello che accade è simile. Non avrebbe raccontato i sogni in questione, non li avrebbe né scritti né raccontati, erano orribili e nauseanti.
La testa le doleva e scacciare quelle disgustose immagini è difficile, molto difficile.
La ragazza ama il mondo onirico e sovente scrive i suoi sogni e le piace tanto ricordarli al mattino e condividere con tutti i posti in cui è stata o che visita la notte, ma non stavolta.  No, stavolta avrebbe volentieri strappato via quelle immagini dalla sua testa e gettarle lontano, molto lontano.
Il timore di dormire la notte successiva si fece avanti ma qualcuno
(qualcuno che aveva usato parole gentili e le aveva asciugato le lacrime)la fecero calmare.
"Fammi un sorriso"diceva lui.
E lei sorrise, un po'.
Domenica 24 Febbraio anno 2013 
Ricordo un grande fiore violaceo. Il fiore pareva la Bocca di Leone.
In un altro sogno io sono Batman(ma volo)e c'è una guerra in corso. Roma ci lancia delle bombe e noi facciamo altrettanto. Vedo che dal terrazzo di una casa qualunque dei soldati puntano un cannone in direzione di Roma. Per sparare i soldati usava piccole palline dorate(parevano fatte di carta pesta)accendevano la miccia e BUM BUM!
Sabato 23 Febbraio anno 2013 
Stanotte ho fatto parecchi sogni, li volevo scrivere ma la pigrizia me lo ha impedito.
Ricordo un uomo incinto. Ricordo che volevo ricordare questo sogno da sveglia perché era stato interessante, ma adesso c'è solo nebbia nella mia memoria. 
Altro sogno: In uno scenario post-apocalittico mi prendo cura di una bambina che ha con se un piccolo coniglio grigio che fuggiva sempre e che rincorrevamo sempre. 
                                                     
Domenica 17 Febbraio anno 2013                                                    
Sogno:
Un antica tribù mi dice che prendendo il teschio di un umano(non so se di uno specifico o di chiunque)in mano si può esprimere un desiderio che verrà certamente esaudito. Il teschio nel sogno non ha la calotta. Vedo delle persone, su uno sfondo nero che tengono in mano il teschio ed esprimono il loro desiderio, ma non succede nulla. Io so che il modo corretto per farlo è parlare all'interno del teschio(dal foro in alto appunto)affinché le parole entrino in questo contenitore. Solo così il desiderio può essere esaudito.
Venerdì 15 Febbraio anno 2013
Mi trovo in un tempo imprecisato nel futuro. La gente è schiava. Io e un piccolo gruppo di persone siamo rinchiuse in una piccola stanza. Vogliamo fuggire e conserviamo il cibo all'interno di un frullatore, la nostra intenzione è quella di frullarlo ma l'energia elettrica in quella stanza manca. Noi siamo sotto le tirannie di uomini che a loro volta rispondono ad una forza più grande, credo si tratta di alieni. In questo futuro io sono l'unica persona che vivo da molto, moltissimo tempo. Sono sempre giovane ma ho alle spalle molti, moltissimi anni. In questo futuro la conoscenza che si ha del sesso è molto ridotta; si conosce soltanto l'atto della penetrazione quasi come fosse una cosa meccanica. Mentre io e il mio gruppo veniamo portati chissà dove, per strada vediamo una donna che per soldi pratica rapporti orali, lei conosce tale pratica perché lo ha  letto in un libro.
Mentre io e il mio gruppo siamo dentro un centro commerciale vedo un ragazzo che cade in terra tremante. Vorrei soccorrerlo ma tempo che i nostri tiranni possano punirmi. Dalla bocca del giovane ragazzo esce un liquido verde. Successivamente rivedo lo stesso ragazzo adesso in condizioni più grave in terra con le convulsioni, io corro ma pare che non riesca mai ad arrivare. Lui è su una scala mobile, alla fine di essa gli prendo la mano e lo tiro con forza verso me. Lo abbraccio, gli accarezzo i capelli biondi e gli sussurro:"sta tranquillo, è tutto finito"! Lui viene messo nel mio stesso gruppo e noi ci innamoriamo.
Mentre camminiamo pezzi di carne cadono dal cielo. Sono persone; gente che viene portata in cielo per essere uccisa. Gente che viene portata in cielo non so come, non so da chi, non si vede altro a parte l'uomo che levita su.
Uno dei nostri tiranni, che noi chiamiamo"Il professore"ci porta a visitare delle vecchie rovine. Io e il mio innamorato vogliamo appartarci. Ci proviamo una volta ma"Il professore"ci fa tornare col gruppo. Ci riproviamo; il ragazzo adesso si allontana, io gli vado dietro. Oltre gli alberi vedo tanta gente che appena mi vede si allarma, una donna mi punta un coltello ed io dico ad alta voce qualcosa(il nome del ragazzo), appena lo sentono tutti urlano e fuggono e mi dicono che è una trappola. Il posto in cui mi trovo è un porto, e le persone lo usano per fuggire. Il ragazzo mi aveva usato(era un compito affidatogli dagli alti ufficiali tiranni)per imprigionare me e gli schiavi che volevano fuggire. La delusione per me era così grande che piansi per 23 giorni e 23 notti . Avevo il cuore spezzato. Dopo 23 giorni e 23 notti passati a piangere ininterrottamente vengo rinchiusa in un istituto perché avevo perduto il senno.
Il ragazzo voleva venire a trovarmi e dirmi che si era davvero innamorata di me, ma non venne e fece bene, io ormai ero senza ragione.
Mercoledì 13 Febbraio anno 2013
Sogni:
Nel primo sogno che ricordo mi trovo in una facoltà, forse quella di legge. Mi avvio verso zone buie e isolate. Vedo un uomo che entra in una stanza. Lo seguo. C'è un corridoio e vedo molti animali, gatti ma soprattutto cani usati per esperimenti. Vedo un Carlino a cui l'uomo ha amputato una zampa posteriore per mettere una palla. L'uomo infatti pratica delle amputazioni sugli animali e sostituisce la parte tolta con qualche oggetto. Esco, sono scioccata e ne parlo con Rossella(la mia amica)che è un ufficiale di polizia(credo)lei entra vede l'orrore e arresta l'uomo. Gli animali vengono poi liberati.
Altro sogno:
Nel sogno io sono un uomo e sono un Dio, un Dio minore e giovane. Ho un fratello. Il sogno è molto bello e interessante(per me almeno). L'ambientazione è una spiaggia. Quello che accade è la lotta tra Dei. Gli Dei che vedo nel sogno sono dei veri e propri Titani, giganti che combattono gli uni conto gli altri. Si alzano onde anomale per ogni movimento che viene fatto e poi...la terra trema, uno Dio sta emergendo dal mare; vedo la testa , le spalle e lo riconosco subito, è Poseidone, il Dio del mare. E' il più grande di tutti. Nel sogno io e mio"fratello"ci leghiamo per combattere(abbiamo una grande spada nera). Siamo legati ma quando Poseidone esce dal mare noi cadiamo e lui ci schiaccia. Sento un forte dolore, pare vero. Poi riusciamo a liberarci e decidiamo di combattere separatamente.
Martedì 12 Febbraio anno 2013
Alla Tv sento la parola parola"Coccodrilli"e mi torna alla mente che stanotte li ho sognati. Non riesco a ricordare bene, non ancora ma rammento che l'animale rappresentava l'anima di qualcuno. Io forse ne avevo paura, non so. Cerco "simbologia coccodrillo".Copio e incollo quel che ho trovato tra le definizioni."Nell’antichità', ed in genere nelle culture orientali, il coccodrillo veniva venerato come psicopompo o come simbolo dei defunti e divoratore delle anime indegne, come signore della materia e delle acque, sostegno della terra".

Mercoledì 6 Febbraio anno 2013
Vedo su una pietra un incisione. Un simbolo(nel sogno qualcuno spiega che è stato inciso da una persona malvagia). Su questo simbolo c'è una pianta, un'enorme fiore che sta sospeso sul simbolo.Il fiore è composto da una sottile membrana e lunghe spine verdi e rosse molte velenose. Lo si può toccare solo sulla parte superiore e appena sfiorato il fiore si chiude(accanto i disegni del simbolo e della pianta).
Nota: Io credo di ricordare che ai lati(destro e sinistro) del simbolo ci fosse un altra linea, ma non ricordo esattamente la sua posizione.

27 Gennaio 2013
Sogno:
Stanotte ho fatto un lungo sogno pieno di gente. Mi sedevo vicino un ragazzo che aveva con se dei ricci di mare e una spina di queste mi si conficcava sotto pelle(sulla pancia)ed io poi la estraevo!
23 Gennaio 2013 
E' difficile raccontare il mio sogno e dovrò evitare di fare alcuni nomi. Quel che posso dire è che nel sogno io e un ragazzo ci prendevamo cura di un amica per una storia d'amore che non funzionava bene. Poi arrivava Shane(il tizio di The walking dead)mezzo nudo, io dicevo a questa amica che non è niente male e che c'avremmo dovuto provare. Lui sente tutto e cerca di sedurci per poi proporci direttamente di passare la notte con lui, insieme o separate.  Ci sono altre parti del sogno che ricordo male, ma una cosa bene la rammento, io stavo spesso con il seno nudo: ricordo infatti che alla fine del sogno io stavo andando a comperare un vestito(tip quelli che usato le donne africane)e per strada camminavo con un vestito bianco senza bretelle messo sotto il seno nudo. Poi però alla fine mi coprivo, mentre camminavo, coi seni scoperto vedevo un amico con la sorella e il figlio neonato di lei, anche loro mezzi nudi riuniti in piedi che mi guardano, sembrano "La sacra famiglia". La nudità insomma in questo sogno non era inusuale.
Martedì 22 Gennaio 2013
Ho sognato che vincevo 312mila euro. Venivo informata che avrei ricevuto il denaro in una valigetta e che avrei avuto in omaggio un lauto pranzo. La valigia viene recapitata in casa, l'esterno presenta un collage di giornali(quotidiani). Io aspetto in via Roma(Palermo)che mi portino il pranzo. Mio padre insiste per andare via, io rimango. Una ragazzina indiana porta due piatti bianchi(piano e fondo)ai miei piedi. Io guardo in giù e ho i piedi nudi. So che di li a poco arriverà il mio pranzo. Mio padre continua a lamentarsi ed io in preda alla rabbia prendo i piatti e li spacco in terra e poi me ne vado con lui. Nella valigetta non ci sono soldi in contanti ma piccoli fogli verdi da scambiare(nel sogno io dico che sono dei voucher). Viaggio con una famiglia che dormiva in tendoni per strada e il capo famiglia(un piccolo uomo vestito in frac)mi seduceva e andavamo a letto insieme però io volevo il figlio, che aveva la mia età ed era bello assai. In questo sogno ci sta il lieto fine perché il ragazzo ricambia il mio amore e stiamo insieme 
Lunedì 21 Gennaio 2013 
Stanotte ho sognato gli Dei vestiti da guerrieri che volevano creare il mondo. Guardavo uno di loro negli occhi e vedevo l'oceano. Poi ho visto nel mondo e c'erano già gli schiavi.
Ho sognato un serpente si aggirava per strada, il suo morso era letale e aveva già ucciso delle persone così io mi avvicinavo, lui mi mordeva. Lo uccidevo e il suo morso non era per me letale, lo curavo con un fiore particolare.
Martedì 15 Gennaio 2013 
Sogno di stanotte.
Nel mio sogno noi(uomini)ci potevamo muovere dal nostro mondo ad uno parallelo con tranquillità. Mi ritrovo nel mondo parallelo e questo e ciò che vedo: Io sono in una vallata, intorno a me delle montagne e delle rocce che si muovono, si spostano e tutte hanno un colore chiaro, come fossero grigio perla. In alto vedo un alce nero, maestoso e anziano, un animale sacro, io credo. Una grande membrana, sempre nera,  cade dai lati del suo viso. E' bellissimo! Io rimango a guardare tutta questa bellezza. Poi l'alce va via. Ciò che ricordo dopo è che nel nostro mondo avevano indetto un concorso artistico per rappresentare il mondo parallelo. Era un evento all'aperto, visibile a tutti ed io stavo preparando il seguente progetto: Avevo una finestra(vera)piuttosto grande dipinta di rosso con intarsi(sempre rosso)e aprendola sotto c'era un' altra finestra(rossa). Questa finestra veniva appesa al muro(che aveva lo stesso colore delle montagne).La finestra però cascava e non stava dritta e mi dicevano che non potevo appenderla con un chiodo ma solo con nastro adesivo, ma io dicevo che sarebbe caduta di nuovo. All'interno dei vetri quadrati avrei dipinto delle scene, non so bene cosa, ma qualcosa che aveva a che fare col mondo parallelo. Altro non ricordo...
Giovedì 10 gennaio anno 2013
Ho sognato un giovane Krishna J. che stringeva tra le mani qualcuno e ne piangeva la perdita.
Venerdì giorno 4 anno 2013
Sogno:
Ho sognato un cavallo nero e un cavallo bianco.
Entrambi possenti. Quello nero era veloce e forte, quello bianco di meno, ma entrambi bellissimi.
Giovedì 3 Gennaio anno 2013
Sogno 3/01/12 :
Ho sognato Il mio primo amore. E poi quanto segue.
Mi trovo in una spiaggia, c'e un raduno li. Giochi in acqua e competizioni.
Ci sono molte donne, lesbiche, parecchie mi  vogliono, una di queste(mentre io
guardo la gara che si tiene in acqua)mi lecca la schiena, ma io non presto
attenzione. Vado in acqua e prendo bocconi e lumache di mare, ma poi li rimettevo in acqua. Vedo una strana creatura marina. Ha il corpo come quello di un granchio ricoperto di pelo, la testa e la coda come quello di un topo e le zampe lunghe come quelle di un ragno.
Vedo una signora molto anziana, coi capelli lunghi e scombinati bianchi.
La pelle è avvizzita e scura, e sul braccio destro ha parecchi piccoli fiori colorati tatuati.
Le chiedo cosa sono quei fiori e lei risponde che ogni fiore rappresenta la volta in cui il padre è stata con lei. La nonna di lei che scoprì questo orrore chiese alla nipote(ai tempi una bambina)di tatuarsi un fiore.
Ogni volta che la nonna avrebbe visto un fiore sul braccio della bambina metteva una dose in più di veleno nel bicchiere del padre.
Lui poi morì.
Lunedì 31/12/2012 
Stanotte ho fatto tanti sogni, ma non riesco a ricordarli bene, sono confusi.
Attendo. Avete presente quel momento in cui qualcuno dice o fa qualcosa e ti torna in mente il sogno? Ecco, attendo quel momento. Intanto posso dire che ricordo le Balene e mio padre e si parlava di presenza aliene sulla Terra. Poi un uomo, un detective pelato con l'iride minuscola e sbiadita.
ore 12:26 altro ricordo: Nel sogno avevo poteri di telecinesi. Fissavo a lungo un oggetto(una pianta in questo caso)e la sollevavo. Portavo una lunga tunica bianca. Ritentavo con qualcos'altro ma avevo difficoltà ma avevo difficoltà, mi dovevo esercitare e occorreva pazienza. Molta.
Venerdì 28/12/2012
Ho sognato che compravo una piccola tartaruga da regalare al mio bambino Giovanni.
Giovedì 27/12/2012
Sogno:
Pesco. Mi immergo in acqua col mio costume e le pinne e la maschera e vado a pesca di ricci, ma trovo anche due enormi granchi. Li prendo.
Martedì 25 Dicembre anno 2012
Sogno: Mi trovo su una barca molto grande in mare.
L'acqua è poco agitata e fuori ci sono molte barche. Temo uno scontro, perché la barca viene trasportata dal vento. All'interno ci sono molte persone. Mi trovo in stanza con un ragazzo(pare abbia la alopecia)e parliamo.
Al mio risveglio ho pensato: Ancora mare, ancora acqua. Sogno il mare, sogno l'acqua.
21/12/2012
Nuoto in un mare pulito e cristallino con delle balene. Piccole balene che emettono dei suoni bellissimi.
Giovedì 20-12-12
Ho sognato dei piedi con tante dita. Io sono l'unica ad averne dieci. Mio padre nel sogno pare ne abbia quattro in un piede(quello sinistro mi pare)ma in realtà erano cinque. L'anulare e il mignolo infatti sono uniti. Mio fratello ne ha addirittura una ventina in un piede solo. Ed  io conto tutte queste dita.
Mercoledì 19-12-12
Un uccellino entra in camera e una bambina giungeva le mani a formare una coppa.
L'uccellino si adagia sulle sue mani, poi prende il volo ed va via.
Io guardo la bambina, sono così emozionata e le dico che aveva appena vissuto un esperienza bellissima.
Poi l'uccellino entra di nuovo in camera, adesso sono io a mettere i palmi della mani in su e l'uccellino si adagiava dolcemente.
Sogno di Rossella Agosto 2012
Lei si trovava a Montemaggiore Belsito(in provincia di Palermo), entra in una casa e assiste alla seguente scena :
Un demone(il diavolo forse)è chino su una donna.
La donna è inconsapevole di quanto sta accadendo.
Il diavolo(?)la bacia, probabilmente le succhia l'anima e per questo motivo diventa molto molto vecchia.
Il diavolo(?)si volta e guarda Rossella(la sognatrice).
Il diavolo(?)alla fine stacca la testa alla donna anziana.
Fine
28/07/2012:
Dal cielo scendono dei diavoli alati, alti e possenti che uccidono gli "uomini"- io e tutti gli altri fuggiamo, e sappiamo che hanno paura della luce.
Ciò che rammento del sogno è che guardo il cielo illuminato dalla luna e ci sono anche alberi e prati come se il mondo si stesse capovolgendo.
Luglio 2012:
Sogno:
Un amica(Dalila)ha la parte superiore del corpo da umana e quella inferiore(dalla vita in giù)da ragno.Mi indica delle grandi ragnatele(molto grandi)e dice che le hanno tessute le"tartarughe dormienti". Nel sogno non le vedo ma so di cosa parla: sono delle tartarughe molto anziane, di media dimensione chiamate dormienti perché stanno con gli occhi chiusi e tessono dalla bocca. Un piccione rimane imprigionato nella tela. L'ibrido donna-ragno(la mia amica)aveva tessuto una tela(altezza uomo)e un ragazzo rimane intrappolato nella rete. Lei si vuole nutrire di questo giovane ed io mi allontano, lei torna e dice ad un altra persona che non riesce a trasportarlo all'interno dell'edificio(nel quale ci troviamo)perché troppo pesante...così io la raggiungo e le consiglio di nutrirsi del piccione...
27/11/2011 alle prime luci dell'alba:
Mi trovo in un luogo imprecisato, è notte ed io vivo in una piccola casa. Di fronte casa mia passa un canale ,l'acqua non è pulita, oltre questo canale c'è una casa e all'interno di essa ci sono David e i suoi amici .
Io vado a trovarli, per un saluto, in quella città non conosco nessuno. Loro si stanno  preparando per uscire ed una ragazza mi invita ad una festa per la sera successiva. Io accetto volentieri e vorrei parlare con David ma nel mio sogno lui è scostante. In strada lui dice che questo è il mio sogno e che possiamo fare tutto ciò che vogliamo e spicca il volo verso l'alto."Un sogno lucido"penso io "è vero posso fare tutto " e così anche io tento di prendere il volo,ma ho paura e con fatica riesco ; poi vado su!
In alto,nel cielo io volo ma poi David fa qualcosa che mi disturba e così volo giù a gran velocità, non con le mie fattezze ,bensì come Bianconiglio.

Arrivata quasi vicino l'asfalto riprendo il controllo ,torno umana e mi salvo. Quel che accade dopo è sempre ambientato in luoghi a me sconosciuti,sempre di notte. Poche luci illuminano la strada. Ci sono tre ragazzi(nel sogno sono conoscenti di David)che mi disturbano, io ho molta paura di loro e cerco sempre di fuggire, nel sogno David in qualche modo li teme, sa che è gente con cui non si può parlare e cerca di proteggermi. Poi David mi chiede di seguirlo e si dirige, attraverso una vecchia università giù verso un atrio immerso tra alti palazzi. Una volta era un atrio ,adesso c'è moltissima acqua e lui e i suoi amici fanno il bagno. Io vado verso loro ma prima ancora di raggiungerli i tre tizi mi inseguono, sono spaventata e piuttosto che continuare a correre salto e vado in acqua. Mi attacco a David come un koala spaventano e tremo dalla paura, sussurro"Aiutami per favore, non lasciare che mi prendano" e lui mi aiuta cercando di parlare coi tre tizi, dato che le parole civili con loro non funzionano perché sono dei delinquenti che rispettano solo le leggi della strada e delle bande David pensa che l'unico modo per aiutarmi è mettersi al loro pari e dice:" lei oggi non la potete avere, perché è cosa mia"! Loro allora rinunciano(per il momento)e mi lasciano in pace.
Poi mi sveglio!
21/11/2011 ora imprecisata:
In sogno vedo mio padre, ero molto contenta e commossa e dato che sapevo che stavo sognando ne ho approfittato per parlare con lui.
Lui stava davanti a me e gli chiedo:" Papà come stai?" ma lui non risponde,  mi fissa soltanto.
Poi (sempre molto contenta) dico:"dove ti trovi?, ma lui non risponde...così prendo la sua testa fra le mani e chiedo nuovamente"allora papa' come stai? Mi vuoi rispondere!"
Lui china il capo, lo rialza e i suoi occhi sono grandi e tutti rossi.
Io faccio un passo indietro e capisco che quello non è mio padre ma Lucio(Lucifero),venuto a disturbarmi e prendersi gioco di me ancora.
Così lo allontano e dico"sei un bastardo"
poi mi sveglio!
Dare un'occhiata dall'altra parte 
5/10/2011 ore 10:55:
Sogno.
Verso le prime luci dell'alba faccio un sogno. Sono poco più giovane di adesso e sono malata. Si tratta di una malattia incurabile che mi avrebbe portato senz'altro alla morte. Dapprima riuscivo a mangiare, poi non riuscivo e vomitato ogni cosa. Mi indebolivo. La mia famiglia mi porta in una specie di campus dove ci sono altri ragazzi affetti da questa malattia, li viviamo insieme, in mezzo alla natura; dottori, infermiere e genitori decidono che qualora uno di noi si fosse sentito male(ormai vicino alla morte)non sarebbero intervenuti con farmaci o altro per permetterci di morire in serenità e con dignità. 
Un ragazzo sta male, si accascia a terra e da quel momento nel sogno io vedo coi suoi occhi. Sebbene io sia, insieme agli altri vicino a lui, vedo ciò che vede lui, sento ciò che sente lui. Disteso fissa il cielo e parla con noi, chiede del suo migliore amico e dice:"se potessi chiedere qualcosa cosa chiederesti?"E lui risponde che vorrebbe sapere dove abita babbo natale per andare da lui e domandargli il perché non gli ha mai portato il giocattolo che voleva! Il ragazzo dice che vorrebbe tornare indietro e vivere la sua vita più serenamente, senza arrabbiarsi o innervosirsi, vivere la sua vita in pace. Sorride e poi fissa il cielo azzurro e i suoi occhi diventano vitrei...si spegne. 
Le infermiere escono, sorridono  sono serene, alcune si dirigono verso noi, altre verso un ragazzo morto poco distante da noi . Appena arrivano e cercano di prendere il corpo del ragazzo questo afferra il polso di una delle donne. Ci racconta di come ha raggirato la morte. Lui racconta e da quel momento io vivo e vedo la sua esperienza. "Quando sono morto"dice"la mia anima si è staccata dal corpo ed è andata verso il cielo azzurro, poi sempre più su, più in alto. Ero nell'universo, e fluttuavo guardandomi intorno. 
Il tempo non esiste, il tempo è privo di significato. Ho visto solo una cosa che mi ha affascinato e attratto, dietro una piccola nebulosa che aveva al centro una piccola luce verde c'era un occhio che mi fissava (attaccata alla nebulosa) e teneva un grande libro, io passavo e questa mi salutava. Non c'era altro, solo l'universo nella sua vastità e così ho deciso di tornare indietro.
Nel sogno poi si vedevano i genitori dei ragazzi defunti , anche il mio amico non ce l'aveva fatta. Dopo sette minuti dal "ritorno"il ragazzo muore. 
Ci ritroviamo tutti intorno ad un grande tavolo a celebrare il funerale dei ragazzi e mangiamo. Tutti noi sapevamo che anche noi saremmo morti.
Nel sogno, durante il viaggio del mio amico nell'universo(sentendo ciò che provava,vorrei descriverne la sensazione): stavo molto bene , una sensazione di grande pace  serenità.
Pace, leggerezza,serenità.














Ottobre 2011: 
Andavo in altra dimensione, era sempre il pianeta terra e sebbene fosse uguale d'aspetto, notavo con incredibile sorpresa che la differenza tra poveri e ricchi era molto marcata. Il cibo infatti costava molto e pochi potevano permettersi di comperare alimenti, solo tre quadrati di cioccolata costavano euro 15 ed anche il pane o gli alimenti di prima necessità erano incredibilmente cari. Volevo andar via da quel mondo, ma non sapevo né come fossi arrivata, né come fosse possibile lasciarlo.
15/09/2011: 
Stanotte, o meglio nelle mattinate ho fatto uno strano sogno che con difficoltà riuscirò a trascrivere. Ci provo. Dunque mi trovavo in una università con i dormitori compresi, una specie di campus. Ero all'aperto in un giardino popolato di ragazzi che studiavano, ridevano, parlavano; vedo anche una giovane studentessa che correva nuda per il campus come segno di protesta per qualcosa e tutti eravamo divertiti. Mentre mi volto per recarmi verso l'ingresso dell'università vedo che molti ragazzi guardano verso l'alto, anche io guardo allora e vedo un enorme radice di albero che esce da un punto luminoso nel cielo azzurro e scende trasparente verso il basso, verso un edificio, aggrappandosi come una pianta parassita.
Il sogno è abbastanza complesso e disordinato ma ciò che ricordo bene è che faccio molte foto a questo evento e scopro che la pianta è la creazione di alcune ragazze che vivono nel campus dedite alle sette e al male. La pianta riesce a catturare le persone, a succhiarne le energie vitali e lacerarne  la pelle, può indurre le persone anche al suicidio. Io scopro tutto questo ed insieme ad alcuni compagni decidiamo di fare qualcosa, un piano che ci permetta di sconfiggere tali presenze.
Ma il male ha già intuito le nostre intenzioni e così mentre stiamo dormendo nei nostri letti, in un unica grande stanza una di queste ragazze malvagie entra nella nostra camera e strisciando sul pavimento si avvicina. Mi ritrovo con tutte e tre le ragazze sopra di me, gli occhi sono bianchi e farfugliano parole demoniache, io di contro insieme a qualche compagno dico :"Padre nostro che sei nei cieli"e faccio con le dita il segno della croce sulla loro fronte. Ripeto le parole senza fermarmi fino a quando loro svengono. Hanno perso questa battaglia!
...poi mi sveglio
7/08/2011: 
Un altro incubo: mio padre in disastrate condizioni mentali e fisiche...non lo sopporto! Questi sogni non mi fanno star bene.
26/07/2011: 
Possedevo un piccolo negozio di frutta e verdura, all'interno avevo una teca con un serpente. Giorno dopo giorno trascuravo il mio lavoro perchè all'interno della teca prendeva forma qualcosa che pareva putrefatto. Quando ormai questa "cosa "aveva riempito tutta la teca questa si rompe e all 'interno vedo un volto di bambina, come una specie di grande feto. La bambina alza il volto apre gli occhi e sono bianchi, privi di pupille.
Poi le si stacca dalla testa un velo come fosse placenta e le spuntano dei capelli ricci. Lei esce dal bozzolo, è nuda e una sostanza le ricopre tutto il corpo(proprio come quando nasce un bambino). Ha circa 9-10 anni.
Comprendo dunque che il serpente è mutato in questa forma umana di donna proprio perché in quanto femmina ha l'apparato riproduttivo e quindi continuare ad esistere in altre vite.
                                                                                     Altro sogno

Sogno: Mi trovo all'interno di un ospedale. Sono nel corridoio del reparto degenza per donne. Il luogo è deserto ,lercio e ci sono solo le luci dei neon accesi,alcuni rotti altri che funzionavano a intermittenza. La luce è giallastra.
Mi rendo conto che fuori è notte perché vedo la Luna in cielo. A terra nel corridoio ci sono carte e schede tutte in disordine.
Le stanze sono vuote; entro nella saletta day-hospital guardo i  pochi letti disfatti e alla mia destra si presentava la seguente immagine.
Una ragazza nera(che mi somigliava molto)nuda sta distesa nella parte inferiore di un letto a castello; lei è su un materasso privo di lenzuola ,sopra invece riversata su una rete c'è il corpo di una donna adulta(anche lei nuda), la testa era mozzata e dal collo scende un budello che regge la testa. La ragazza nera gioca con la testa della donna spingendo avanti e indietro, avanti e indietro...un dondolio continuo e lento. La donna porta un pesante trucco in volto, i capelli cotonati biondi. La ragazza nera mi guarda, io mi spavento molto ad assistere a quella scena,ma lei si volta e continua il suo gioco. Così io esco e mi allontano.
Sento delle voci provenire dal terrazzo e mi avvio. Arrivata lì, vedo molte persone di diverse età vestite in modo elegante che bevono e ridono; al centro del terrazzo vi è un canale di forma rettangolare dove scorre ad una velocità impressionante dell'acqua sporca. Io mi avvicino per guardare, alle mie spalle un essere piccolo e deforme mi spinge in acqua e vengo trascinata dalla corrente, a fatica riesco a risalire ma un cane deforme con un ghigno beffardo sul  viso mi spinge e ringhia ed io ricado e poi di nuovo e di nuovo.


"Lucifero(che confidenzialmente chiamo Lucio)mi fa visita nei sogni!"


Questa sera vi racconto di Lucifero.
Personalmente non l'ho mai cercato, ma lui ha cercato me!
Per un periodo indefinito è stato ospite fisso nei miei sogni, e siccome  devo ammettere che gli scenari e i dialoghi tra me e lui sono stati interessanti non posso ignorare di raccontarvi tali sogni.
Quando avevo 9 anni andavo al catechismo per la prima comunione.
La catechista ci parlò di una sorta di leggenda metropolitana secondo cui chi recita la preghiera "Ave Maria" al contrario avrebbe invocato l'angelo caduto. Il suo invito era quello di fare la prova a casa per sfatare questa leggenda. La sera, incuriosita mi chiusi a chiave in stanza, presi il libro di preghiere di mia madre e recitai al contrario l'Ave Maria;  non dissi niente e nessuno. Mentre facevo tale preghiere mi salii la paura così non finii di leggere e chiusi il libro.
L'indomani mentre facevo colazione, mio fratello mi racconta il suo sogno, fatto quella stessa notte.
Il sogno è il seguente: Io e mio fratello eravamo in casa e il diavolo sorgeva avvolto tra le fiamme e rivolgendosi a mio fratello diceva:" di a tua sorella che la prossima volta  verrò a prendere le vostre anime" . Immagino che non occorra commentare il mio stupore seguito dal terrore che provocò in me tale racconto dato che come ho già scritto nessuno sapeva di questa storia!

Da adolescente feci un altro sogno strano.
Mi trovavo in un bosco e c'era moltissima gente, credo si trattasse di una festa .
Un uomo ben vestito, carismatico e giovane si avvicina a me e mi seduce. Nel sogno comprendo che si tratta del Diavolo ma non riesco a resistere; afferma che può darmi qualunque cosa io desideri, così indico una collana di perle bianche che stava al collo di una ragazza .
Detto -fatto! Le perle della collana si staccano e fluttuano nell'aria una ad una per ricomporsi intorno al mio collo.
Lui mi bacia e mi dice:"Ci vediamo domani notte alle 3:00 in punto"!
Io mi sveglio e l'indomani sera vado a letto alle 4 del mattino!

Mi trovo all’interno di una camera in una casa che non conosco. Dapprima sono in compagnia di una ragazza(che non conosco)poi rimango sola, in quella camera silenziosa! Sento una voce di donna che chiama il mio nome, mi avvicino ad una porta chiusa, guardo dal buco della serratura e vedo un figura che passa. Mi spavento e faccio un passo indietro, poi la porta si apre da sola ed io entro. Ma non ho il coraggio di proseguire ed esco. Trovo dinnanzi a me una donna bellissima giovane che mi chiede di accomodarmi su una sedia. Io so che lei è il diavolo e cerca di tentarmi per avere la mia anima.
Mi mostra su uno schermo ricchezze che potrei avere,ma rifiuto. Mi mostra la bellezza e l 'eterna giovinezza che potrei possedere,ed io rifiuto! Infine mi mostra mio padre  ed io inizio a piangere e sto per accettare quando DRIN-DRIN vengo svegliata dal mio cellulare che suona, alzo la cornetta e dico alla persona che ha chiamato:"Sappi che mi hai appena salvato l 'anima!"(Era Dario B.)

Ma adesso vi racconto il sogno più significativo. Accade qualche anno fa!
Mi trovo all'interno di una casa vecchia e consumata, con poche luci a neon. Le pareti sono lerce e c'è gran fetore. All'interno oltre me ci sono diverse persone e tra queste anche un bambino.
Presto ci rendiamo conto che oltre noi "umani" ci sono dei demoni ; il loro compito è quello di strapparci                        l'anima e l'unico modo che hanno per farlo è convincerci con l 'inganno a donarla.
La gente scappa, corre cerca di rifugiarsi in alcune delle stanze.
Vedo la scena di un uomo e una donna che dormono in un camera della casa :sono sposati e il marito triste e frustrato si lamenta con la moglie del fatto che non lei non ha più amore né desiderio per lui ma la moglie (ormai demone)lo circuisce dicendogli che lo amerà se gli darà l'anima. Lui accetta!
Quando esco in corridoio mi rendo conto che sono tutti demoni tranne me e il bambino.
I demoni arrivano ed io scappo. Ascolto le conversazioni dei demoni, dicono che ormai hanno preso tutte le anime tranne la mia; mi nascondo all'interno di una buca nel muro(una specie di ripostiglio per il cibo)un demone-donna si avvicina e annusa (non mi vede)e con rapidissimi movimenti e gli occhi sgranati e bianchi mangia tutto ciò che trova, la bava e un suono indefinito le escono dalla bocca. Poi si allontana!
Io fuggo di nuovo e mi nascondo in una stanza buia accanto ad un grande armadio.
La porta si apre. Ho paura.  Non ho il coraggio di guardare, sento dei passi. La figura si ferma, apre l'armadio non trova nulla e va via! Sento la porta richiudersi ed io tiro un sospiro di sollievo!
Ma ecco che sono stata ingannata dai suoni poiché dinnanzi a me vedo lui.
Lucifero in persona.
E' un uomo elegante e vestito di bianco . Dice che è dovuto venire di persona per prelevare la mia anima; mi spiega inoltre che non può prenderla con la forza dato che ci sono delle regole, mi parla del libero arbitrio.
La scena si sposta in una spiaggia di notte. Il mare è calmo, tutti i demoni sono vicino a noi e Lucio mi offre qualcosa che sa che non potrei rifiutare...mio padre!
La figura di mio padre esce dal mare e si avvicina. Io corro piangendo e lo abbraccio ma poi comprendo che lui è un immagine falsa creata dal signore delle tenebre.
Così Lucio che pensa d'aver vinto dice:"Ti concedo un ultimo desiderio" ed io rispondo :"voglio che tutte le persone trasformate in demoni ritornino umani"e inizio a pregare. Invoco il nome di Dio affinché mi aiuti.
Cade il silenzio, non succede nulla. In spiaggia comincia a nevicare e un forte vento si abbatte in terra. Coloro che erano stati trasformati in demoni ritornano umani, i demoni si dissolvono nell'aria e  Lucifero mi guarda sorridendo e dice:"Hai vinto la battaglia ma non la guerra, tornerò e tu sarai mia!"
...
Mi sveglio sudata e spaventata, bevo un bicchiere d'acqua e torno a dormire.
Lucio ha mantenuto la sua promessa poiché nel sogno successivo io scappo da demoni che mi ricorrono in una moltitudine di scale mobili.

Mi sveglio di nuovo!